Asma, effetto agenti esterni: 7 giorni di visite gratuite contro i sintomi

18 maggio 2017 ore 10:05, Americo Mascarucci
Dal 5 al 9 giugno sarà possibile sottoporsi a visite gratuite in tutta Italia nell'ambito dell'iniziativa "Contro l’asma week" promossa da Federasma e Allergie Onlus, con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma ed Asma ed Immunologia Clinica (Siaaic) e della Società Italiana di Pneumologia (Sip). L'obiettivo è sostanzialmente quello di informare le persone sulle terapie più efficaci per contrastare una patologia che soprattutto a primavera, con la fioritura delle piante e il polline nell'aria, è destinata ad acuirsi.
Asma, effetto agenti esterni: 7 giorni di visite gratuite contro i sintomi

COS'E' L'ASMA ALLERGICA - L'asma allergica è una patologia cronica che provoca il restringimento dell’apparato respiratorio. Il meccanismo che inceppa la respirazione è causato da una reazione anomala del sistema immunitario all’inalazione di determinati allergeni, di cui l’organismo è più sensibile. Gli effetti di questa ipersensibilità colpiscono i bronchi, strutture dell'apparato respiratorio indispensabili per il passaggio dell'aria nei polmoni. Nell'asma allergica i bronchi si infiammano rendendo difficile la respirazione.

I SINTOMI - I sintomi dell’asma allergica sono di solito individuabili in:
Respirazione affanosa
Colpi di tosse allergica, violenti e secchi
Una sorta di peso oppressivo sul torace
Sibili nel respiro, con gemiti e fischi
Sonno difficile o sonno eccessivo
Una certa difficoltà a svolgere le azioni quotidiane, specialmente quelle fisiche più impegnative.

I NUMERI - Il numero delle persone affette da allergie è salitodi molto. Le malattie allergiche non sono né infettive, né possono essere trasmesse; tuttavia sono oggi tra le patologie croniche più diffuse. Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel mondo sono circa 500 milioni le persone affette da rinite allergica o raffreddore da fieno. Circa 300 milioni di persone sono affette da "allergia dei polmoni", ovvero di asma allergica. I danni economici causati dalle malattie allergiche (assenze e ridotte capacità lavorative, ecc) sono valutate in Europa in circa 100 miliardi di Euro. L’aumentata urbanizzazione, l’inquinamento atmosferico, le polveri fini presenti nell’aria, l’eccesso di igiene e i pochi contatti con gli animali ed i microorganismi sono, oltre alle modifiche genetiche, le possibili cause per l’aumentato numero di patologie allergiche.

LE CURE - Un'indagine condotta dall’associazione di pazienti, ha evidenziato come soltanto il 32 per cento dei pazienti rispetti la terapia farmacologica, mentre il 56 per cento usa i farmaci solo quando ha un attacco e il 12 per cento non segue alcuna terapia. L’aderenza alla terapia da parte dei pazienti inoltre non sembra aumentare con la gravità dell’asma. Segno, per dirla con le parole di Walter Canonica, direttore della clinica di medicina personalizzata asma e allergie all’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Milano), "che non sembra esserci una completa corrispondenza fra rappresentazione della malattia e impatto reale, se circa un quarto dei pazienti con asma grave ne sottostima la reale gravità. Emerge, inoltre, una pericolosa non aderenza alla terapia da parte degli intervistati. Questo avviene per lo più a causa di una scarsa cultura o consapevolezza dell’importanza della malattia". 

#asmaallergica #apparatorespiratorio #sintomi

caricamento in corso...
caricamento in corso...