Ospedale di Castellaneta, pochi anestesisti: interventi rinviati (di 3 giorni)

19 settembre 2017 ore 21:37, Andrea Barcariol
Rinviate le attività chirurgiche programmate, con blocco temporaneo dei ricoveri programmati nei reparti di chirurgia generale, ortopedia e ginecologia. E' quanto accaduto presso l'ospedale civile di Castellaneta a causa della carenza di anestesisti. Sull'argomento è intervenuto anche il parlamentare del Pd Ludovico Vico parlando di "cronaca di una morte annunciata".

Ospedale di Castellaneta, pochi anestesisti: interventi rinviati (di 3 giorni)
Allertati la direzione medica dei presidi ospedalieri e del 118 al fine di evitare trasferimenti o trasporti di pazienti con caratteristiche di urgenza chirurgica all'ospedale di Castellaneta. Polemico anche Mino Borracino di Sinistra Italiana "Restiamo sempre più sgomenti dalle circostanze che si creano ogni giorno nella nostra regione relativamente all’offerta sanitaria, come per ciò che sta accadendo al Presidio Ospedaliero Occidentale di Castellaneta, un ospedale di primo livello secondo il Piano di riordino ospedaliero varato già da un anno dalla Giunta Emiliano, ma che è tale solo sulla carta, poiché non è messo nelle condizioni di poter offrire un minimo di assistenza sanitaria all’utenza".

Una vicenda che sta facendo discutere, per questo la Asl di Taranto è intervenuta per fare chiarezza sulla vicenda spiegando di aver “posto in essere atti volti a reperire dirigenti medici anestesisti fin dal settembre 2016, mediante indizione di concorso pubblico con atto deliberativo n. 1922, per la disciplina di anestesia e rianimazione, espletato in data 24 maggio 2017. In esito alle procedure concorsuali, hanno risposto alla chiamata solo n. 5 dirigenti medici, di cui 3 risultano già in servizio presso l’ospedale SS. Annunziata. Un dirigente prenderà servizio dal 1° ottobre 2017 a Martina Franca presso il Presidio Ospedaliero Valle d’Itria e un altro dirigente ha accettato incarico a far data dal 1° Novembre a Castellaneta presso il Presidio Ospedaliero Occidentale". Non solo. "Il Direttore Medico del Presidio di Castellaneta ha disposto una temporanea sospensione delle attività chirurgiche programmate e, pertanto, rinviabili, al fine di garantire quanto dovuto per le attività aventi carattere di urgenza. Peraltro, il rinvio è stato solo parziale e, come ha ribadito il Direttore Generale dell’ASL di Taranto, Stefano Rossi, “la criticità è già rientrata perché tutti gli interventi che erano stati temporaneamente sospesi sono stati subito riprogrammati ed entro giovedì 21 settembre, quindi al massimo tre giorni più tardi rispetto alla programmazione iniziale, verranno eseguiti”.

ANESTESISTI
Lo scorso 15 dicembre gli anestesisti avevano scioperato mettendo a rischio circa 20mila interventi chirurgici.  Obiettivo dichiarato: «Dimostrare che senza di noi si fermano tutte le funzioni vitali degli ospedali, in sala operatoria, nei punti nascita, e non solo». Gli anestesisti-rianimatori italiani che lavorano nel Servizio sanitario nazionale sono circa 11 mila, si stima che ne servirebbero 3-4mila in più.

#taranto #ospedale #castellaneta #anestesisti


caricamento in corso...
caricamento in corso...