Arance dell'AIRC in piazza contro il cancro e per la ricerca: 600 progetti in campo

21 gennaio 2017 ore 12:50, Americo Mascarucci
Sabato 28 gennaio torna l’appuntamento con "Le Arance della Salute" dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
15mila i volontari AIRC che saranno in oltre 2700 piazze italiane per raccogliere nuove risorse da destinare ai suoi 5mila ricercatori e per promuovere corretti stili di vita a fine di prevenire il rischio cancro.
Una campagna questa attraverso la quale Airc, tra le associazioni italiane di riferimento per quel che riguarda la prevenzione e la lotta al cancro, raccoglierà fondi da destinare alla ricerca. 
Si potrà offrire il proprio contributo, sempre in piazza donando 9 euro ad Airc in cambio di di 2,5 kg di arance rosse di Sicilia, uno dei frutti antiossidanti per eccellenza, tra i più ricchi di antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti, e con circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi.
Arance dell'AIRC in piazza contro il cancro e per la ricerca: 600 progetti in campo

AIRC e FIRC per il 2017 hanno deliberato 102 milioni di euro per la lotta contro il cancro.
Grazie a questo investimento l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e la sua Fondazione hanno assegnato in questi giorni fondi per 602 progetti di ricerca e 78 borse di studio.
"Le risorse appena stanziate da Airc e Firc danno ai ricercatori italiani nuove armi per la lotta ai tumori – sottolinea Federico Caligaris Cappio, direttore scientifico dell’associazione – Per vincere questa sfida da tempo siamo impegnati a far crescere una nuova generazione di scienziati: menti giovani e preparate per le quali abbiamo studiato percorsi di formazione e specializzazione dedicati. Parallelamente - aggiunge - portiamo nuova linfa  a centinaia di programmi di ricerca pluriennali guidati dai migliori ricercatori italiani, sostenendo il lungo lavoro che porta ai risultati scientifici utili ai pazienti. I dati di sopravvivenza confermano la qualità della ricerca italiana e vedono il nostro Paese al vertice in Europa per numero di guarigioni: la sopravvivenza a cinque anni è infatti migliorata rispetto al quinquennio precedente sia per gli uomini (55%) che per le donne (63%)".  Risultati raggiunti grazie all'impetgno di 4,5 milioni di sostenitori di Airc e i 20 mila volontari attivi su tutto il territorio.

caricamento in corso...
caricamento in corso...