Ssn di Natale della Lorenzin: nuovi Lea, dai vaccini alla celiachia

22 dicembre 2016 ore 23:42, Adriano Scianca
"Portare nella vita dei cittadini italiani le tante norme che sono diventate legge quest'anno, a partire dalle nuove prestazioni sanitarie garantite dai rinnovati Livelli essenziali di assistenza: queste prestazioni devono entrare nelle case degli italiani". E' l'auspicio del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha rivolto i propri auguri ai cittadini sottolineando le priorità per il prossimo anno. "Per il nuovo anno, altro auspicio è uniformare verso l'efficienza tutto il territorio nazionale, con un'attenzione particolare - ha detto il ministro - alle Regioni del Sud, dove c'è grandissima sofferenza e disparità di accesso alle cure nonostante le leggi fatte. Dobbiamo lavorare insieme per fare in modo che il Sud possa respirare e usufruire dei fondi in più stanziati". 

Ssn di Natale della Lorenzin: nuovi Lea, dai vaccini alla celiachia

Tra gli obiettivi del 2017, anche lo sblocco del turn over per le assunzioni di medici e infermieri. Il ministro ha poi rivolto “un grande ringraziamento al lavoro incredibile dei nostri operatori sanitari. Non se ne parla mai, ma abbiamo miliardi di prestazione che vengono effettuati con grande successo. Interventi di alta complessità, realizzati grazie all'abnegazione e alla professionalità dei nostri operatori". Il pensiero della responsabile della sanità va anche ai pazienti e a chi se ne prende cura in famiglia. "Invio - ha detto - un abbraccio a tutte le famiglie che festeggiano questo Natale con i loro malati. La malattia fa parte della nostra vita, è parte di quello che noi siamo. Il mio augurio è quello di passare un buon Natale con i nostri cari che soffrono". 

Nel pomeriggio sono stati approvati dal ministro i nuovi Livelli essenziali di Assistenza (Lea). Ovvero, le cure e prestazioni garantite ai cittadini gratuitamente o pagando un ticket. Il provvedimento sarà dunque operativo dal 2017. Fecondazione assistita eterologa ed omologa, nuovi vaccini, screening alla nascita, esenzione dal ticket per chi soffre di endometriosi. Ma anche trattamenti per la celiachia, per altre malattie rare e il nomenclatore protesico. Nella nuova formulazione dei Lea entra anche il trattamento dell'autismo che prevede diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie. Passo in avanti per i malati rari con l'esenzione dalla partecipazione alla spesa a 118 patologie rare, escluse dalla lista fino a ieri. Viene rivisto anche l'elenco delle malattie croniche e si investe poi in prevenzione con il recepimento del nuovo Piano vaccinale. Il provvedimento mette mano al Nomenclatore della specialistica ambulatoriale introducendo, ad esempio, le prestazioni per la procreazione medicalmente assistita, sia omologa che eterologa, finora erogate in regime di ricovero ospedaliero.

caricamento in corso...
caricamento in corso...