Aspettativa di vita delle donne lunga 90 anni nel 2030: è record sudcoreane

23 febbraio 2017 ore 9:39, Andrea Barcariol
Cresce l'aspettativa di vita nei Paesi industrializzati. Lo stimano i ricercatori dell'Imperial Colle di Londra e dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in uno studio pubblicato sulla rivista Lancet. L'aspettativa di vita aumenterà almeno del 65% per le donne e dell'85% per gli uomini nel 2030. Le donne della Corea del Sud saranno le prime a superare nel 2030 la barriera dei 90 anni come aspettativa di vita media, seguite da quelle di Francia, Spagna e Giappone. Tra le donne, l'Italia nel 2030 perderà due posizioni, collocandosi al nono posto (ma rimanendo comunque tra le prime 10), dopo Portogallo e Slovenia, mentre il Giappone perderà il suo attuale primato. Gli uomini ridurranno le distanze dalle donne. C'è oltre il 95% di probabilità che la loro aspettativa di vita alla nascita in Corea del Sud, Australia e Svizzera superi gli 80 anni entro il 2030, e del 27% oltre gli 85 anni. Stati Uniti, Giappone, Svezia, Grecia, Macedonia e Serbia sono quelli che avranno i minori miglioramenti per entrambi i sessi.

Aspettativa di vita delle donne lunga 90 anni nel 2030: è record sudcoreane
"Molti ricercatori ritenevano che l'aspettativa di vita non avrebbe mai superato i 90 anni - ha spiegato uno degli autori Majid Ezzati, professore all'Imperial College di Londra - E' importante che vengano messe in campo politiche per sostenere la crescente popolazione anziana. Le implicazioni sociali di questo cambiamento probabilmente influenzeranno anche pensioni e età pensionabile".
Il successo della Corea del Sud nasce da un aumento dello status economico, insieme al miglioramento della nutrizione infantile e un ampio accesso al sistema sanitario e a moderna tecnologia medica, secondo lo studio. Inoltre la Corea del Sud e il vicino Giappone hanno un tasso molto basso di obesità e di fumatori tra le donne. Al lato esattamente opposto gli Stati Uniti, dove l'aspettativa di vita alla nascita è molto al di sotto di Paesi con alti redditi e potrebbe ancora ridursi. Questo dato è collegato "in parte all'alta e inevitabile mortalità legata a malattie croniche e violenze", rivela lo studio e in parte "al sistema sanitario insufficiente".
Dunque Corea del Sud da record, meglio persino di una delle regioni italiane, la Sardegna dove si registra un numero elevatissimo di ultracentenari. Proprio per questo motivo, la scorsa settimana è stato stretto un accordo tra la Sardegna e la Bielorussia per una ricerca che possa analizzare i motivi di questa longevità.

#vita #longevita #salute

caricamento in corso...
caricamento in corso...