Influenza, l'incubo di Natale: un milione a letto, chi rischia di più

24 dicembre 2016 ore 15:15, Andrea Barcariol
Natale a rischio influenza per gli italiani. Già un milione sono a letto perché il picco, previsto tra febbraio e marzo, è arrivato in anticipo, anche a causa delle condizioni climatiche degli ultimi giorni. E' quanto riporta Influnet, la rete di sorveglianza sulle influenze coordinata dall'Istituto Superiore della Sanità, che parla di un raddoppio dei sintomi influenzali avvenuto nell'ultima settimana. Dall'inizio della stagione gli italiani ammalati sono stati quasi 900.000, soprattutto nelle regioni del Nord, ma con ogni probabilità entro Natale si supererà la quota di 1,2 milioni, una cifra che conferma la maggiore aggressività del virus di quest'anno. Nella sola settimana che va dal 12 al 18 dicembre sono stati diagnosticati 258mila casi. La fascia di età più colpita risulta quella dei bambini al di sotto dei 5 anni in cui si è riscontrata una incidenza pari a 10,41 casi per mille assistiti.

Influenza, l'incubo di Natale: un milione a letto, chi rischia di più
La vaccinazione si raccomanda a tutti i soggetti a rischio: anziani sopra i 65 anni, soggetti cardiopatici, diabetici, a chi soffre di una patologia cronica o ha il sistema immunitario debilitato, bambini, medici e infermieri e donne incinte. La copertura del vaccino dura sei mesi, ma l'efficacia si sviluppa dopo circa 15 giorni. Fino alla fine di questo mese di dicembre è ancora possibile vaccinarsi. Inutili secondo gli esperti gli antibiotici, che rischiano di diventare controproducenti se assunti in presenza di virus. Generalmente l'influenza tende a manifestarsi con sintomi quali mal di gola, tosse, raffreddore, dolori articolari e muscolari, stanchezza.

caricamento in corso...
caricamento in corso...