Disfunzioni della tiroide, donne più colpite e test di autovalutazione

24 maggio 2017 ore 10:44, Andrea Barcariol
E' un problema che riguarda soprattutto le donne. Le disfunzioni della tiroide, infatti, sono molto più frequenti tra di loro rispetto agli uomini (secondo le stime l’ipotiroidismo è una condizione che affligge quasi il 5% della popolazione italiana con le donne 10 volte più colpite). In alcune fasi della vita, durante pubertà, gravidanza e menopausa, la funzione della tiroide subisce sollecitazioni e modificazioni e l’attività dell’organo deve essere ben coordinata con quella di altre ghiandole e tessuti, che hanno ruoli importanti in queste fasi di passaggio.

Disfunzioni della tiroide, donne più colpite e test di autovalutazione
Di questo si discuterà dal 21 al 27 maggio nella settimana Mondiale della tiroide, per parlare dei problemi che possono affliggere questa piccola ghiandola endocrina. Il tema scelto quest’anno è tiroide e benessere, proprio perché le disfunzioni della tiroide ovvero una sua iper o ipofunzione hanno gravi ripercussioni di salute e non sono facili da individuare. «Se è vero che bisogna prendersi cura della propria tiroide in tutte le età della vita - commenta Gianfranco Conti, direttore della Fondazione Cesare Serono -, con la campagna “Tiroide, meriti il meglio” intendiamo segnalare che in alcune età è fondamentale effettuare opportuni controlli e non sottovalutare le conseguenze di un cattivo funzionamento della tiroide non adeguatamente gestito, specialmente nelle donne». Soprattutto in gravidanza la tiroide è chiamata a un impegno gravoso, per assecondare le modificazioni e gli adattamenti che avvengono nell’organismo della madre. Per questo è opportuno fare dei controlli: può succedere infatti che un caso di ipotiroidismo subclinico o latente peggiori. Nelle donne con iper o ipotiroidismo già noti, è bene verificare che le cure compensino adeguatamente la funzione dell’organo o che l’eventuale sospensione delle terapie non crei situazioni con potenziali ripercussioni negative sulla madre o sul nascituro.

SINTOMI -
Tra i sintomi più comuni di problemi alla tiroide, ci sono: Alterazioni del peso, debolezza e stanchezza, alterazioni della sfera psico-intellettiva, intolleranza caldo e freddo, disturbi intestinali, secchezza della pelle e fragilità delle unghie
La cute, le unghie e i capelli, sono tra le prime parti del corpo a essere interessate da eventuali squilibri degli ormoni tiroidei. Nel 97% delle persone affette da ipotiroidismo la superficie cutanea è fredda, secca e ruvida e le ferite tardano a rimarginarsi, mentre nel 76% dei casi le unghie sono fragili e crescono lentamente e i capelli appaiono deboli e opachi.

TEST DI AUTOVALUTAZIONE
La quarta edizione della campagna della Fondazione Cesare Serono è stata lanciata in occasione della Settimana mondiale della tiroide (21-27 maggio). Sul sito è presente anche un questionario di autovalutazione, per chi sa di avere una disfunzione della tiroide o per chi vuole conoscere i fattori di rischio e i sintomi.

caricamento in corso...
caricamento in corso...