Allarme contagi di Epatite A in Italia fra omosessuali: più vaccino

24 marzo 2017 ore 16:30, Americo Mascarucci
Allarme contagi di Epatite A in Italia fra omosessuali: più vaccino
In Italia si registra una "epidemia" di epatite A tra gli uomini omosessuali, con una impennata di casi negli ultimi 7 mesi.
L'allerta arriva dall'Istituto superiore di sanità (Iss). L'Iss, in uno speciale report pubblicato sul sito Epicentro, avverte anche del rischio che l'epidemia, se non sarà cessata a quella data, potrebbe ampliarsi per effetto del prossimo World Pride di Madrid in programma per il prossimo giugno. Da qui un forte invito ad incentivare la vaccinazione nella comunità gay.

L'ALLARME
"A partire dal mese di agosto 2016 - afferma l'Iss su Epicentro - in Europa e nel nostro Paese, si è registrato un importante incremento dei casi di Epatite A, che da dicembre 2016 ha avuto un'ulteriore impennata". 
In Italia, nel periodo agosto 2016-febbraio 2017, sono stati notificati al Sistema epidemiologico integrato dell' epatite virale acuta 583 casi: si tratta di un numero di quasi 5 volte maggiore rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
L'età media è di 34 anni e l'85% dei casi è di sesso maschile. 
"Oltre ai fattori di rischio classicamente riconosciuti come viaggi in zone endemiche e consumo di frutti di mare - rileva l'Iss - un'alta percentuale dei casi (61%) dichiara preferenze omosessuali". Il maggior incremento di casi è stato osservato nel Lazio, ma notevoli aumenti si sono registrati anche in Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia. 
"Nonostante l’epidemia coinvolga più Paesi, l’Italia si presenta come lo Stato europeo con il più evidente eccesso di casi. Un aspetto da considerare è che i quattro ceppi descritti in Europa (V16-25801, VRD_521_2016, RIVM-HAV-16-069 e RIVM-HAV-16-090) non sono mai stati osservati in Italia prima di agosto 2016. La partecipazione di circa mezzo milione di persone all’Europride di Amsterdam il 29 luglio-6 agosto 2016 potrebbe aver giocato un ruolo nell’amplificazione di micro-epidemie esistenti nella comunità Msm (men who have sex with men, n.d.r.) di alcuni Paesi europei (Regno Unito, Olanda e Germania) e la conseguente diffusione dei ceppi negli altri Paesi, inclusa l’Italia. 
Allarme contagi di Epatite A in Italia fra omosessuali: più vaccino
LA MIGLIORE PREVENZIONE
Esiste la possibilità di vaccinarsi e questo vaccino conferisce un’immunità a lungo termine. Questo viene somministrato attraverso una iniezione in 2 dosi, l'una a 6 mesi di distanza dalla prima.
La vaccinazione è raccomandata a: tutti i bambini da 1 anno in su e ai viaggiatori che si devono recare in luoghi in cui l’epatite A è diffusa, come sud-est America, est Europa, centro America, Africa, sud-est Asiatico, Messico e Caraibi;
è inoltre utile per i pazienti con malattie croniche epatiche o malattie della coagulazione del sangue come l’emofilia;
possono inoltre vaccinarsi i pazienti trapiantati o quelli in attesa di trapianto di fegato.
Se pensi di aver contratto il virus dell’epatite A, le immunoglobuline possono essere somministrate nelle 2 settimane successive all’esposizione al virus HAV. Il medico potrebbe consigliarle.
Un importante modo di prevenire il contagio e la diffusione dell’epatite A è praticare una buona igiene personale. Lavare sempre le mani con sapone e acqua calda, farlo soprattutto dopo utilizzo di servizi igienici o aver cambiato pannoloni, quando si toccano cibi.
L'Iss conclude:  "Appare evidente la necessità di ribadire che la vaccinazione è fortemente raccomandata per gli omosessuali e che quindi è necessario promuovere un'offerta attiva e gratuita della vaccinazione contro l'epatite A (o se necessario utilizzare vaccini combinati contro l'epatite A e B), attraverso il coinvolgimento di associazioni specifiche, o altri canali target per questa popolazione". 
Questo, conclude l'Iss, anche alla luce del prossimo World Pride che si terrà a Madrid, tra il 23 giugno e il 2 luglio 2017, evento che "potrebbe rappresentare un rischio di ulteriore amplificazione se l'epidemia fosse ancora in corso nella comunità omosessuale".

caricamento in corso...
caricamento in corso...