Firenze, malattia rarissima colpisce 21enne: ematoidrosi, cosa si sa

25 ottobre 2017 ore 8:13, Eleonora Baldo

Sudare sangue, sembra incredibile, impossibile ma purtroppo non lo è. A dimostrare agli occhi del mondo incredulo che tutto ciò è possibile l’evidenza della malattia di cui è affetta una giovane ventunenne di Firenze, la cui patologia, l’ematoidrosi è ora oggetto di intensa discussione e indagine scientifica all’interno del mondo della medicina.

La giovane, affetta da questa patologia da qualche anno, si sarebbe rivolta solo di recente all’ospedale del capoluogo toscano,acuito inoltre da un forte stato di depressione dovuto ai disagi e al senso di “vergogna” generato dalle manifestazioni cutanee della patologia. L’ematoidrosi, diagnosticata a seguito delle numerose analisi condotte sul corpo della ragazza presso la struttura ospedaliera fiorentina, altro non sarebbe che un “riversamento” di sangue dovuto alla rottura di vasi sanguigni e capillari che avvolgono le nostre ghiandole sudoripare, le quali al momento della secrezione permetterebbero quindi al sangue di raggiungere la superficie cutanea. A determinare tale certamente anomala situazione sarebbero stati di forte stress che agirebbero sui nostri vasi sanguigni facendoli dilatare sino a rompersi, come riportato in uno studio canadese sul caso, recentemente pubblicato sul Canadian Medical Association Journal.

Tuttavia, l’eziologia della patologia non sarebbe così chiara e lineare stando ai dati raccolti dai medici fiorentini che hanno in cura la giovane poiché in realtà “Non c'era nessuna causa scatenante visibile per il sanguinamento che poteva avvenire mentre la donna dormiva o durante l'attività fisica. La paziente ha dichiarato che il fenomeno era più intenso durante i periodi di maggior stress, con episodi di durata da uno a cinque minuti" hanno dichiarato Roberto Maglie e Marzia Caproni del dipartimento di Dermatologia.

Firenze, malattia rarissima colpisce 21enne: ematoidrosi, cosa si sa

Data la casistica ridotta e la scarsa letteratura, orientarsi non sarà facile. Attualmente i casi di ematoidrosi noti al mondo sono solamente quattro: l’Indian Journal of Dermatology ha discusso nelle proprie pagine di 3 casi dal 2009 al 2013, mentre un altro caso di una giovane colpita da questa patologia è stato reso noto sempre nel 2013 da Blood, nota rivista specializzata nel settore dell’ematologia.


#medicina #salute #ricerca

caricamento in corso...
caricamento in corso...