Mangiare broccoli guarisce dal diabete: in azione germogli anti-glicemia

26 giugno 2017 ore 17:20, Americo Mascarucci
Il diabete di tipo 2 continua ad essere una delle patologie più insidiose di cui soffrirebbero circa 3 milioni di persone al mondo pari ad un 5% della popolazione. Nonostante la scienza abbia fatto notevoli progressi, i sistemi per arginare la glicemia continuano ad essere in parte insufficienti, ragione per cui si cerca sempre di individuare nuovi e più efficaci metodi. Adesso una scoperta ci dice che la nuova arma è rappresentata dai broccoli e dalle sue proprietà. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. Un gruppo di  ricercatori diretti dal professor Anders Rosengren  ha scoperto infatti che il broccolo contiene un antiossidante noto come sulforato in grado di abbassare significativamente  i livelli di zucchero nel sangue.
Mangiare broccoli guarisce dal diabete: in azione germogli anti-glicemia

DIABETE DI TIPO 2 - Il diabete mellito di tipo 2 (chiamato anche diabete mellito non insulino-dipendente, NIDDM) o diabete dell'adulto, è una malattia metabolica, caratterizzata da glicemia alta in un contesto di insulino-resistenza e insulino-deficienza relativa. Si differenzia dal diabete mellito di tipo 1, in cui vi è una carenza assoluta di insulina a causa della distruzione delle Isole di Langerhans del pancreas.
Il diabete di tipo 2 rappresenta circa il 90% dei casi di diabete, con il restante 10% dovuto principalmente al diabete mellito tipo 1 e al diabete gestazionale. L'obesità è considerata la causa principale di diabete di tipo 2 nei soggetti che sono geneticamente predisposti alla malattia. Il diabete di tipo 2 viene trattato inizialmente con l'aumento dell'esercizio fisico e con modifiche nella dieta. Se, tramite queste misure, i livelli di glucosio nel sangue non vengono adeguatamente controllati, può rendersi necessaria la somministrazione di farmaci, come la metformina o l'insulina. Nei pazienti che necessitano di insulina, solitamente, vi è l'obbligo di controllare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue. Una tecnica di controllo della glicemia, di relativa recente introduzione, fa riferimento all'Ambulatory Glucose Profile.

LA SCOPERTA - I ricercatori hanno analizzato 3800 composti utilizzati nei medicianali per diabetici. Uno dei più efficaci è risultato essere il sulforato, di cui sono ricchi i broccoli. Fatta la scoperta si è passati alla sperimentazione su 97 pazienti: per 12 settimane è stato somministrato ad alcuni di loro il composto e ad altri un placebo. Il sulforato ha soppresso la produzione di glucosio dalle cellule epatiche, e ha inoltre abbassato i livelli di emoglobina glicata. Il sulforato è stato estratto dai germogli dei broccoli. Nella ricerca si legge che questo elemento ha sostanzialmente gli stessi effetti della metformina, un farmaco che viene usato contro il diabete, che può avere degli effetti collaterali importanti sul fegato, tanto che il 15% dei pazienti non può assumerla a causa di ciò. Ma la metformina ha anche altri effetti collaterali, come nausea, diarrea, gonfiori su circa il 30% dei pazienti.
Il professor Anders Rosengren, afferma che ci sono dunque forti indicazioni che il broccolo possa fornire un prezioso integratore ai farmaci esistenti per il diabete. È indubbio quindi che l’estratto vegetale posso rappresentare un valido sostituto. Tuttavia saranno necessari altri studi per confermare i risultati ottenuti dai ricercatori svedesi, anche se i risultati del test non sembrerebbero lasciare dubbi sul fatto che da oggi per mangiare broccoli si possa avere un motivo in più. 

#broccoli #diabete #glicemia

caricamento in corso...
caricamento in corso...