Cancro frena cellule NK? Ricerca italiana le sblocca. Il ruolo di IL-1R8

26 ottobre 2017 ore 7:38, Eleonora Baldo

Che le donne non si fermino davanti ad un semplice “no” è cosa risaputa, soprattutto nel mondo delle relazioni interpersonali. Che questa tenacia porti a fare scoperte rivoluzionarie nella lotta ai tumori è cosa che apprendiamo con sorpresa e piacere in queste ultime ore. Grazie al formidabile lavoro di un team di ricerca quasi tutto rosa, infatti, è stato possibile realizzare una importante scoperta sul rapporto tra il nostro sistema immunitario e le cellule cancerogene.

Al centro del lavoro di ricerca dell’equipe dell’Irccs Humanitas di Rozzano vi sarebbe lo studio del gene IL-1R8, già oggetto di studio nel lontano 1998. A fare la differenza, ora a quasi vent’anni di distanza, secondo quanto riportato dalla ricerca pubblicata anche su “Nature”, sarebbe la scoperta dell’azione inibitoria svolta dal tumore nei confronti del gene. Il tutto sarebbe partito da una sorta di “anomalia del sistema” in base alla quale non si era in grado di spiegare come mai il nostro sistema immunitario rimanesse sostanzialmente “immobile” di fronte all’avanzata del tumore. La spiegazione secondo quanto riportato da  Martina Molgora, ricercatrice di Humanitas, studentessa di dottorato di Humanitas University e prima autrice del lavoro, sembrerebbe molto “semplice”: “Identificare l’azione di IL-1R8 come freno all’attività delle nostre cellule di difesa, in particolare delle Natural Killer (NK), presenti in sedi specifiche quali fegato e polmonericercatrice ci ha permesso di vedere che, togliendo ‘il freno’, le cellule NK si attivano a difesa di questi organi contro cancro e metastasi”. In sostanza la scoperta rivoluzionaria contenuta nello studio ruoterebbe intorno al fatto che, assodato che l’insorgenza del tumore blocchi la funzionalità delle cellule NK, per combattere l’avanzata dello stesso sarebbe sufficiente riattivarne la funzionalità “sbloccando il freno” attivato dal tumore e ottenendo risultati importanti soprattutto per quanto riguarda il contrasto delle metastasi a fegato e polmoni.

Cancro frena cellule NK? Ricerca italiana le sblocca. Il ruolo di IL-1R8

Per capire il ruolo del genel IL-1R8 illuminanti nella loro semplicità e immediatezza sono le parole di Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas Il nostro sistema di difesa è un pò come una straordinaria automobile, capace di viaggiare ad elevata velocità – ci spiega - per funzionare bene e non andare fuori strada ha bisogno di acceleratori che la fanno partire e correre, ma anche di freni che le consentono di rallentare e, quando è il caso, fermarsi. A volte però è il tumore stesso a utilizzare questi freni a suo vantaggio, in modo arbitrario, per bloccare le nostre difese e crescere indisturbato. La scoperta e la maggior conoscenza dei freni dell’immunità ha aperto la strada all’idea di togliere questi freni per far ripartire la risposta del nostro sistema immunitario contro i tumori”.

Questa nuova e rivoluzionaria scoperte, di fatto, sembra confermare che la strada della guerra immunologica al al tumore sia quella giusta. La scoperta del gene IL-1R8 va infatti ad aggiungersi a quella dei geni CTLA4 e PD-1/PD-L1 già ampiamenti utilizzati per la cura del melanoma e di altre forme di cancro.

 

 #medicina #tumori #ricerca

caricamento in corso...
caricamento in corso...