Diabete, niente puntura per 3mila siciliani: effetto più qualità della vita

27 giugno 2017 ore 12:18, Americo Mascarucci
Per tremila pazienti siciliani il monitoraggio del glucosio potrebbe non richiedere più la classica puntura. Infatti l’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia ha dato mandato alla Centrale unica di committenza della Regione di procedere all’avvio di un’indagine ai fini dell’acquisto del dispositivo di automonitoraggio del glucosio interstiziale tramite Fgm (Flash Glucose Monitoring) da destinare a tremila pazienti insulino trattati, necessari a coprire il fabbisogno annuale. Il numero di pazienti è in linea con l’avvio di questo nuovo sistema in altre regioni italiane.
Diabete, niente puntura per 3mila siciliani: effetto più qualità della vita

LA SCOPERTA - "Si tratta di una svolta che migliorerà notevolmente la qualità della vita del paziente diabetico" ha spiegato l’assessore alla Salute Baldo Gucciardi. Il sistema Fgm è stato introdotto sul mercato di recente e fornisce, oltre a una stima del glucosio interstiziale, indicazioni sulle variazioni sia in aumento che in calo sull'andamento del valore del glucosio giornaliero tra una lettura e l’altra. L’Fgm, avvalendosi di una tecnologia avanzata, consente un numero illimitato di letture del glucosio senza usare lancette e senza pungere il dito, fornisce informazioni sull'andamento del glucosio anche negli intervalli tra una lettura e l’altra, permettendo così ai pazienti e ai medici di comprendere meglio il profilo glicemico e attuare le migliori strategie terapeutiche per un’ottimale gestione del diabete. 
In attesa della conclusione delle  procedure per l'acquisizione e distribuzione a livello territoriale del dispositivo Fgm, i medici dovranno però continuare a dispensare nei relativi piani terapeutici le strisce reattive per  la glicemia e le relative lancette pungidito nella quantità concedibile dalla normativa vigente. Solo successivamente alla distribuzione del nuovo dispositivo Fgm nelle farmacie territoriali e quindi della relativa prescrizione, la fornitura delle strisce  reattive per la glicemia e delle lancette pungidito dovrà essere sospesa, in quanto  incluse nella fornitura del nuovo dispositivo in una quantità necessaria al paziente".

I PRECEDENTI - Non è tuttavia la prima volta che si cercano strade alternative alle punture per la rilevazione dei livelli di glucosio nel sangue. Esistono infatti già dal 2006, disponibili in Italia per l'uso quotidiano, sensori tecnologicamente avanzati, che possono restare in situ anche 15 giorni, capaci di misurare il glucosio del liquido interstiziale senza la puntura del dito.
Questi sensori sono in grado di fornire, in ogni momento della giornata, non solo il valore del glucosio interstiziale (in relazione quindi indiretta con la glicemia) ma anche l'entità della variazione rispetto ai valori precedenti e il report pluriorario, quotidiano e pluriquotidiano del suo andamento. 

#diabete #glucosio #puntura 



caricamento in corso...
caricamento in corso...