L'eterna giovinezza non è più segreta ma nella placca dei denti sardi

27 marzo 2017 ore 23:59, intelligo
Le verdure sono la base dell'elisir di lunga vita? Che facciano bene non è certo una novità. Così come, anche al netto degli allarmismi forse eccessivi dell'Oms, sappiamo bene come un consumo eccessivo di carne possa essere dannoso per l'organismo. Lo studio realizzato dall'Azienda ospedaliero sanitaria di Cagliari, coordinata da Germano Orrù del servizio di Biologia Molecolare, ci dà però ulteriori spunti di riflessione sull'argomento. I ricercatori si sono concentrati sull'esame dei batteri presenti nella placca dentale dei sardi di due secoli fa, basandosi sui resti dell'ossario del Comune di Villaputzu.  

L'eterna giovinezza non è più segreta ma nella placca dei denti sardi

LA PLACCA DEI DENTI
L'estrazione del Dna della placca dentale dei nostri antenati - spiega Orrù - ci consente di studiare le informazioni che ricaviamo, senza distruggere i denti e le ossa. La comunità batterica che circonda il nostro corpo viene denominata microbiota, e nella bocca è costituita da più di 800 specie batteriche differenti”. Ebbene, un numero troppo elevato di batteri anaerobi dovuti al cambiamento delle abitudini alimentari fa sì che questi possono attraversare le barriere tessutali ed entrino in circolo sanguigno esponendoci a malattie come l'artrite reumatoide, o patologie come l'aterosclerosi. 

MENO CARNE, PIU' VERDURE
Molte ricerche dimostrano come un'alimentazione ricca di carne incrementi i livelli dei microrganismi, e lo studio del professor Orrù, a cui hanno partecipato anche tre giovani ricercatrici (Eleonora Casula, Cristina Demontis e Maria Paola Contu), ha svelato come nelle placche dentali dei nostri antenati la percentuale di batteri anaerobi risultasse molto più bassa (circa 100 volte in meno) rispetto alla popolazione attuale. Si tratta, comunque, dell'ennesima ricerca che ci dà delle indicazioni circa la buona salute e la longevità. Altri studi precedenti si erano concentrati su popolazioni ben distanti geograficamente dalla Sardegna, come la Corea del sud, dove l'aspettativa di vita delle donne sarà di 90 anni nel 2030. Altre ricerche avevano illustrato i benefici del peperoncino. Non è mancata, nel corso degli anni, anche la moda della “dieta dei Templari”, basata su largo consumo di fagioli e pesce. 
AS
#elisir #sardi #verdure
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...