Tempo di raffreddore, le 10 mosse da fare ai primi sintomi

27 settembre 2017 ore 12:49, Orietta Giorgio

Congestione nasale, febbricola/febbre, naso che cola, dolori muscolari, mal di gola, occhi che lacrimano, starnuti, tosse, ecc. Se i sintomi sono questi si ha sicuramente a che fare con un “bel” raffreddore dovuto al cambio di stagione, diminuisce la temperatura e i virus sono in agguato. Quali sono i metodi più efficaci per prevenirlo o curarlo? I consigli sono molti, il primo, il più semplice da seguire ma del quale ci dimentichiamo spesso, sarebbe legato alla stimolazione del sistema immunitario… vediamo di seguito come agire, cosa fare e non fare.

Tempo di raffreddore, le 10 mosse da fare ai primi sintomi


LE DIECI MOSSE AI PRIMI SINTOMI

1) Occhio all'alimentazione: consumare molta frutta e verdura, ricche di vitamine, sali minerali, flavonoidi, polifenoli e sostanze antiossidanti è un vero toccasana in grado di rafforzare il sistema immunitario. Gli alimenti ricchi di beta-carotene, ad esempio, contenuto in patate, zucca, carote, pomodori, spinaci, broccoli e cime di rapa, possono aiutare a mantenere sana la mucosa delle vie respiratorie.

LE VITAMINE PREZIOSE: La vitamina B, fondamentale per la produzione di anticorpi si trova in tuorlo d’uovo, lievito di birra, latte, soia, germe di grano, riso integrale, fagioli freschi, lenticchie, nocciole, mandorle, cavolo, cavolfiore.

La vitamina C è presente soprattutto in agrumi, kiwi, ananas, peperoni, pomodori, cavolfiori, broccoli e in alcune insalate verdi a foglia come lattuga e radicchio.

La vitamina D, contenuta in mandorle, sesamo, olio di germe di grano, oli di girasole, di sesamo e d’oliva, cereali, latte, salmone, tonno

La vitamina E, contenuta in mandorle, nocciole, germe di grano e olio extravergine di oliva), sono assai utili contro le malattie da raffreddamento.


UN'ERBA "D'ORO": Tra le erbe più efficaci per attivare il sistema immunitario abbiamo l’echinacea, da abbinare alla propoli (un antibiotico naturale) per un effetto raddoppiato.


2) Lavate spesso le mani, sembra banale ma lo afferma uno studio realizzato dall’Università di Alberta in Canada e dell’Università di Auckland, in Nuova Zelanda, secondo i ricercatori canadesi e neozelandesi è bastato analizzare 67 studi clinici che raccoglievano dati su migliaia di persone per stabilire che il rimedio naturale più efficace contro il raffreddore è il sapone.   


3) Sarebbe utile evitate i luoghi affollati, e lì che i microrganismi proliferano liberamente e possono essere trasmessi con il semplice contatto. 


4) Non fumate: il funzionamento delle ciglia vibratili, utili a bloccare i corpi estranei e che tappezzano le vie respiratorie, è compromesso dal fumo;


5) Evitate gli sbalzi di temperatura (non è il freddo a far ammalare, quanto i cambiamenti repentini di temperatura);


6) Bere molti liquidi, soprattutto acqua, almeno due litri al giorno;


7) Riposare, almeno sette-otto ore di sonno;


8) Fare regolarmente un po’ di attività fisica, contribuisce a rafforzare il sistema immunitario; 


9) Un'accortezza per gli altri: mettere un fazzoletto davanti al naso quando si starnutisce per evitare di espellere in giro le cosiddette goccioline di Flügge, ricche di virus e quindi in grado di infettare chi ci è accanto;


10) Evitate di stressarvi inutilmente, dedicatevi al vostro benessere psicofisico il più possibile. 


#raffreddore #rimedi #sintomi

caricamento in corso...
caricamento in corso...