Incontinenza "di genere": donne più colpite e uomini rimborsati

03 marzo 2017 ore 10:46, Adriano Scianca
È un problema “imbarazzante”, quindi se ne parla poco, ma non di meno colpisce tante persone, circa 10 milioni di italiani over 45. Uomini e donne. Parliamo dell'incontinenza. Le donne sono più colpite degli uomini, eppure il servizio sanitario nazionale rimborsa i farmaci solo questi ultimi. 

Incontinenza 'di genere': donne più colpite e uomini rimborsati

Tra gli over 75, il disagio può arrivare a colpire anche un anziano su due, senza distinzioni di sesso. Tra i giovani, invece, il problema colpisce in maggior numero le donne rispetto agli uomini, con stime che oscillano dal 20% in più al doppio. Eppure, paradossalmente, il Servizio Sanitario Nazionale, infatti, rimborsa a entrambi i sessi i pannoloni assorbenti, che però non costituiscono una cura, mentre la rimborsabilità dei farmaci che possono risolvere il problema all'origine è accordata solo agli uomini. Ci sono tre forme del disturbo: quella da urgenza, in cui manca la capacità di tenere a bada la vescica dal momento dello stimolo al momento in cui si potrà urinare, quella da sforzo, che si verifica in seguito a colpi di tosse, starnuti, risate improvvise, e quella mista. Dal riconoscimento della forma, dipende l’approccio terapeutico: farmacologico e riabilitativo o riabilitativo e chirurgico. 

Come ha spiegato Giuseppe Carrieri, direttore della clinica urologica e del centro trapianti di rene dell’Università di Foggia, alla Stampa, “il fenomeno della non aderenza terapeutica è spiegato dalla convinzione che i pannoloni siano la cura dell’incontinenza. Invece esistono trattamenti chirurgici efficaci per le forme gravi e riabilitativi o farmacologici per quelle medie e lievi”. La difficoltà sta soprattutto nel far curare le donne, la maggior parte delle quali interrompono i trattamenti anzitempo “a causa dei costi o del timore di effetti collaterali, possibili ma di scarsa rilevanza: quali secchezza delle fauci o vaginale e la lieve costipazione”.  
#incontinenza #ssn #donne
caricamento in corso...
caricamento in corso...