Meno rigetto e ''ripara-cuore'', dagli Usa prima cellula staminale sintetica

30 dicembre 2016 ore 18:51, intelligo
di Stefano Ursi

I ricercatori della North Carolina State University, in collaborazione con University of North Carolina a Chapel Hill e del First Affiliated Hospital dell'Università di Zhengzhou hanno sviluppato una versione sintetica di una cellula staminale cardiaca. Lo rende noto l'ateneo in una nota, spiegando che lo studio è pubblicato sulla rivista Nature Communications. Queste cellule staminali sintetiche, spiega la nota della North Carolina State University, offrono benefici terapeutici paragonabili a quelli da cellule staminali naturali e potrebbero ridurre alcuni dei rischi connessi con le terapie con cellule staminali. Inoltre – si legge – queste cellule hanno una migliore stabilità di conservazione e la tecnologia è generalizzabile ad altri tipi di cellule staminali. Le terapie con cellule staminali funzionano attraverso riparazione endogena, spiegano i ricercatori, ovvero aiutano il tessuto danneggiato a ripararsi. Le terapie sono però anche associate con alcuni rischi sia di crescita tumorale e di rigetto immunitario. Sono inoltre molto fragili, spiega la nota, e richiedono un'accurata memorizzazione e un processo multi-step di tipizzazione e caratterizzazione prima di poter essere utilizzate.

Meno rigetto e ''ripara-cuore'', dagli Usa prima cellula staminale sintetica
Ke Cheng, professore associato di scienze biomediche molecolari e ingegneria biomedica, e il suo staff hanno ottenuto queste cellule tramite un materiale biodegradabilee biocompatibile chiamato Plga (acido lattico-co-glicolico) a cui hanno poi aggiunto proteine ottenute da cellule staminali cardiache umane in coltura. Infine, hanno rivestito la particella con la membrana delle cellule staminali cardiache. "Abbiamo preso il contenuto e il rivestimento delle cellule staminali e confezionato una particella biodegradabile", spiega il prof. Cheng, che aggiunge: ''Speriamo che questo possa essere un primo passo verso un prodotto di cellule staminali veramente off-the-shelf, che permetta alle persone di ricevere terapie con cellule staminali utile quando ne hanno bisogno, senza costosi ritardi".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...