Anche il pene su con tre caffè: viagra naturale per l'erezione

30 maggio 2017 ore 11:25, Micaela Del Monte
Negli ultimi anni abbiamo scoperto che il caffè ha tantissimi pregi e difetti. Sono infatti tantissimi gli effetti della caffeina che influenzano il nostro organismo nel bene e nel male: contro il cancro alla prostata, aiuta a ridurre il rischio di diabete e può aiutare a prevenire la demenza. C'è però un limite di tazzine che il nostro organismo dovrebbe assumere e il numero è 4, dopo di che la caffeina rischia di intossicare il nostro corpo. Ora però uno studio sottolinea come chi assume regolarmente caffeina ha meno probabilità di avere la disfunzione erettile.

Anche il pene su con tre caffè: viagra naturale per l'erezione
RIDUZIONE DEL RISCHIO -
La caffeina è infatti un inibitore aspecifico delle fosfodiesterasi che aumenta la concentrazione del GMP ciclico ‘messaggero’ del segnale di vasodilatazione e di rilassamento del tessuto erettile. Ciò comporta la riduzione fino a un terzo del rischio di disfunzione erettile in chi consuma fino a tre tazzine rispetto a chi non beve caffè o ne beve una quantità superiore. E’ quanto emerge dal congresso nazionale Sia (Società italiana di andrologia).

LO STUDIO - Ad indagare è stato uno studio condotto da un team di ricercatori della University of Texas e pubblicato sulla rivista Plos One. Lo studio ha coinvolto ben 3.724 maschi di età superiore ai 20 anni, ai quali è stato chiesto di segnalare quanti caffè bevevano al giorno o quanta caffeina assumevano da altre bibite (tè, energy drink, coca cola, ecc.). "La caffeina è un inibitore aspecifico delle fosfodiesterasi – spiega Alessandro Palmieri, presidente Sia e professore all’università Federico II di Napoli – che aumenta la concentrazione del Gmp ciclico “messaggero” del segnale di vasodilatazione e di rilassamento del tessuto erettile. In pratica, può agire come un “viagra naturale” anche se in modo meno esclusivo e selettivo sull’organo". Questo meccanismo, secondo l’esperto, "comporta la riduzione fino a un terzo del rischio di disfunzione erettile in chi consuma fino a tre tazzine rispetto a chi non beve o ne beve una quantità superiore".

QUANTITA' CONSIGLIATE - Nello specifico, la quantità indicata dagli esperti sarebbe quella di una o due tazze al giorno (corrispondenti a una dose di caffeina che va dagli 85 milligrammi ai 170 milligrammi giornalieri). Si tratta di una dose di caffeina sicura per la fertilità, che porta ad una riduzione pari al 42% della probabilità di soffrire di disfunzione erettile. Gli uomini che assumono invece dai 171 ai 303 milligrammi di caffeina hanno il 39% di rischio in meno.

caricamento in corso...
caricamento in corso...