Dopo la bufera social, De Luca all'ospedale di Nola: “Realtà falsata"

31 gennaio 2017 ore 9:31, Andrea Barcariol
Dopo la bufera social, De Luca all'ospedale di Nola: “Realtà falsata'
Il Presidente della Regione #Campania Vincenzo De Luca ha visitato l'#ospedale Santa Maria della Pietà di #Nola- La struttura è finita nella bufera dopo una foto postata su Facebook che ritraeva i pazienti  presidio sanitario curati a terra senza letti o barelle, con medici e infermieri che lavorano inginocchiati. De Luca ha voluto incontrare proprio due dei tre medici del Pronto Soccorso sospesi e poi reintegrati a seguito della vicenda. L'occasione è stata la visita al nosocomio per l'inaugurazione del reparto di rianimazione e delle sale operatorie. "Siamo venuti a Nola per fare un'operazione verità" ha ribadito De Luca che subito dopo le polemiche per le foto diffuse via Facebook aveva chiesto la sospensione dei tre medici in servizio quella notte. Il governatore ha chiarito che si voleva fare chiarezza sulle dinamiche e ha sostenuto i medici chiamati a prestare soccorso a un paziente in qualunque condizione. Il governatore ha parlato di "immagine che ha falsato quella che è la realtà della nostra sanità, fatta di grandi professionalità" e ha aggiunto che è stato accertato "che uno dei pazienti messi a terra era stato posizionato di lato per evitare rigurgiti, mentre l'altro veniva sottoposto a massaggio cardiaco. Abbiamo compiuto tutte le verifiche del caso e se emergeranno responsabilità prenderemo le dovute decisioni".

Sulla vicenda era intervenuto anche il presidente della IV Commissione Speciale della Regione Campania Pasquale Sommese spiegando che: "Il nosocomio di Nola è un ospedale di frontiera, posto tra 3 province con un'utenza di oltre 500 mila abitanti, numeri così rilevanti ne fanno una delle strutture più importanti della Campania. Eppure continua a reggersi esclusivamente sulla professionalità, l’abnegazione e la straordinaria collaborazione professionale e umana esistente all’interno tra medici e paramedici. Bisogna intervenire, e subito, in modo strutturale e definitivo”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...