Boom di italiani con diabete: pagano stili di vita e fattori di rischio

04 aprile 2017 ore 14:34, intelligo
di Stefano Ursi

Negli ultimi 15 anni il numero dei malati di diabete è aumentato di un milione, cifre che fanno pensare sulla diffusione di una patologia strettamente legata con il tempo che viviamo. È quanto emerge dalla decima edizione dell'Italian Diabetes & Obesity Barometer Report, presentato a Roma. La patologia, spiega il rapporto, colpisce in Italia una persona su 18, il che rapportato ai dati del 2015 significa 3,27 milioni di persone. Oltre, ovviamente, ad un milione di soggetti che non sono a conoscenza di esserne affetti. Nell'ultimo quindicennio sono oltre un milione in più le persone con diabete, dato legato, fra le altre cose, all'invecchiamento della popolazione. Come prevedibile il rapporto ricorda ancora una volta come l'insorgenza del diabete sia strettamente legata anche agli stili di vita: la patologia è al 15,1% tra i soggetti obesi, mentre è al 3,6% tra i soggetti normopeso. All’8,6% tra chi non pratica attività fisica e all’1,7% tra quelli che praticano abitualmente sport. Anche per quanto riguarda le disuguaglianze sociali, molto può contare, visto che fra i laureati sono il 32,8% i soggetti sovrappeso o obesi, il 42,8% tra i diplomati e il 52,7% tra chi ha la licenza media. Mentre il 60,4% tra quanti si sono fermati alla licenza elementare.

Boom di italiani con diabete: pagano stili di vita e fattori di rischio
Diabete
Così Renato Lauro, presidente dell’Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation: ''Secondo il recente rapporto Diabetes Atlas dell’International Diabetes Federation, il diabete causa 73 morti al giorno in Italia, quasi 750 in Europa. Il dato è tanto più allarmante se si considera che gli italiani che soffrono di diabete sono circa l’8% della popolazione adulta. Inoltre, tenendo conto della correlazione tra diabete e obesità, malattia spesso sottovalutata che nel nostro Paese colpisce 4 – 5 abitanti su 10, e del loro trend di aumento negli ultimi anni, possiamo definire diabete e obesità come una pandemia, con serie conseguenze per gli individui e la società in termini di riduzione sia dell’aspettativa sia della qualità della vita, e notevoli ricadute economiche. Si tratta quindi un’emergenza sanitaria che necessita di una attenzione specifica da parte dei decisori politici, affinché considerino in tutta la sua gravità questo fenomeno”.

#diabete #IBDO #rapporto #stilidivita
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...