Il Tar conferma la multa: il chewing gum non è uguale allo spazzolino

05 gennaio 2017 ore 12:59, intelligo
di Gianfranco Librandi

E' arrivata la conferma da parte del TAR del Lazio della multa (180mila euro) che l’Antitrust aveva fatto nel settembre 2013 alla Perfetti, accusata di pubblicità ingannevole sui benefici per l’igiene dentale di chewing gum Vivident, Happydent, Daygum e Mentos. Il  Tar ha respinto un ricorso proposto dalla società per contestare il provvedimento sanzionatorio perché la campagna pubblicitaria, a giudizio dell’Autorità, suggeriva una sostanziale equivalenza tra l’uso costante delle gomme da masticare e una corretta igiene orale. Sentenza accolta con favore dall’Associazione nazionale dentisti (ANDI). Per il vicepresidente  Mauro Rocchetti le gomme da masticare senza zucchero “possono aiutare ma assolutamente non possono sostituirsi agli strumenti dell’igiene orale, che sono spazzolino, dentifricio e filo interdentale”. Sulla stessa lunghezza d'onda Stefano Patroni, presidente dell’Accademia italiana che si occupa di lesioni cariose (AICR): “La gomma senza zucchero in generale non sostituisce l’igiene orale con filo, spazzolino e scovolino, ma può avere effetti benefici perché stimola la salivazione, con diluizione dei batteri presenti in bocca. Va però detto che tali gomme non preservano dalle carie, pur rimuovendo i residui di cibo più grossolani”. 

Il Tar conferma la multa: il chewing gum non è uguale allo spazzolino
La Perfetti Van Melle, è un potentissimo gruppo che controlla la produzione e distribuzione di chewing gum, caramelle e confetti. La sentenza rappresenta comunque un precedente importante che dovrà essere tenuta in considerazione in vista delle prossime campagne pubblicitarie.



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...