Diete povere di vitamina C e torna il terribile Scorbuto

06 dicembre 2016 ore 11:05, Americo Mascarucci
Toh, chi si rivede! Lo scorbuto.
Lo scorbuto è una malattia un tempo diffusa fra i marinai, oggi invece provocata da carenza di vitamina C. 
Oltre che fra le persone in condizioni di particolare disagio sociale in cui il fenomeno è noto si presenta anche in fasce di popolazione benestante, tra chi segue diete o stili alimentari molto squilibrati: bastano infatti 3 mesi di mancanza di vitamina C per sviluppare la malattia.
In Francia, si legge su Le Figaro, all'interno del Servizio di medicina interna del centro ospedaliero universitario di Limoges, in uno studio diretto da Simon Parreau, su 63 pazienti con carenza di vitamina C ben 10 avevano lo scorbuto, malattia che può anche portare alla morte. 
Negli adulti è generalmente dovuta ad avversione per alcuni alimenti o a diete inappropriate. La gravidanza, l'allattamento, l'ipertiroidismo, le malattie infiammatorie acute e croniche, le operazioni chirurgiche, il sesso sono tutte condizioni che aumentano le richieste di vitamina C.

Diete povere di vitamina C e torna il terribile Scorbuto
Lo scorbuto infantile compare abitualmente tra il 6º e il 12º mese di vita: il bambino è irritabile, non ha appetito e non aumenta di peso, le estremità delle ossa lunghe (per esempio, femore) si rigonfiano, e le gengive sanguinano facilmente, spesso sono presenti febbre, anemia e aumento della frequenza cardiaca. 
Negli adulti lo scorbuto rimane latente per 3-12 mesi dopo il verificarsi della carenza di vitamina C, e si manifesta con emorragie gengivali e sottoungueali, apatia, irritabilità, perdita di peso, dolori muscolari e articolari: le vecchie ferite cedono e le nuove stentano a guarire.
Per prevenire l'insorgenza dello scorbuto infantile si dovrebbe somministrare ogni giorno succo d'arancia fresco. 
La terapia dello scorbuto, sia del bambino sia dell'adulto, si basa sulla somministrazione di vitamina C per via orale. Utili sono anche alimenti come cavoli, broccoli, cavolfiori, spinaci, fragole, agrumi, peperoni, kiwi, consumati crudi, essendo la vitamina C termolabile. 
L’organismo umano non riesce né a produrre né a stoccare l’acido ascorbico, essenziale alla vita. 
La mancanza di questa vitamina può portare a emorragie e problemi di cicatrizzazione. Serve inoltre a sostenere il sistema immunitario, a permettere l’assorbimento del ferro e ha azione antiossidante.  
La celebre circumnavigazione del globo che vede Ferdinando Magellano (1520) protagonista si concluse con più dell'80% dell'equipaggio morto a causa della presunta malattia. Nel corso dei viaggi documentati nei diari di bordo furono adottate le procedure impartite dagli americani agli equipaggi, che prevedevano somministrazione di tè al cedro, ricco per l'appunto di vitamina C. Fu nel 1747 che un medico scozzese della marina da guerra britannica di nome James Lind condusse il primo studio clinico accurato riportato sino ad oggi. A bordo della HMS Salisbury, documentò scrupolosamente i sintomi dei marinai affetti dallo scorbuto, i quali includevano perdita di denti, emorragie e gengive sanguinanti.

 



caricamento in corso...
caricamento in corso...