E-cig più sicure: vantaggi anti-cancro ma pericolo "dripping"

07 febbraio 2017 ore 23:08, Orietta Giorgio
La sigaretta elettronica è davvero utile o è, semplicemente, una nuova dipendenza? E'meno dannosa delle sigarette tradizionali oppure no? 

E-cig più sicure: vantaggi anti-cancro ma pericolo 'dripping'

Uno studio pubblicato dalla rivista Annals of Internal Medicine, afferma che dal punto di vista delle sostanze che provocano il cancro, le sigarette elettroniche risultano più sicure di quelle tradizionali. I ricercatori dell’University College di Londra hanno analizzato saliva e urine di cinque gruppi di pazienti, fumatori abituali ed hanno riscontrato che le sostanze organiche volatili, riconosciute come cancerogene, calano notevolmente in chi sostituisce completamente le sigarette tradizionali, mentre l’effetto non si ha in chi smette solo parzialmente. 

Gli autori hanno spiegato: “Questi risultati confermano che le e-cig, così come altri sostitutivi delle sigarette, sono molto più sicure di quelle convenzionali, e possono essere un supporto utile a lungo termine per quei pazienti che hanno difficoltà a smettere con altri mezzi”.

Le e-cig nascondono comunque un pericolo e riguarda una pratica molto diffusa tra i giovani fumatori: secondo un nuovo studio un adolescente su quattro che fa uso di sigarette elettroniche ha provato il “dripping”.
 
Cos’è il dripping? E’ la pratica che consiste nel far gocciolare la nicotina liquida direttamente sulle bobine di riscaldamento dei dispositivi per ottenere nubi di vapore più spesse.

E a questo punto ci si chiede, di nuovo, quanto possa essere utile utilizzare le sigarette elettroniche e quanto invece possano essere dannose per la salute. 

Krishnan-Sarin, ricercatrice di Psichiatria alla Yale University School of Medicine ha commentato: “I liquidi delle e-cig contengono anche molti aromi chimici, come aldeidi, vanilline e alcol considerati sicuri per l’ingerimento, ma di cui poco si sa in merito alla tossicità di inalazione, in particolare quando sono volatilizzati ad alte temperature”.

Secondo Maciej Goniewicz, ricercatore al Roswell Park Cancer Institute di Buffalo ha sottolineato:“Anche se questo studio non guarda agli effetti sulla salute dei dripping giovanile, test di laboratorio hanno dimostrato che questa pratica aumenta il rischio di inalazione di alte dosi di nicotina e sostanze chimiche cancerogene dalle sigarette elettroniche. L’inalazione di aerosol di e-cig sembra essere meno rischioso rispetto al fumo di sigarette tradizionali, ma il dripping non è una tecnica sicura e deve essere evitata”. (Fonte: Pediatrics 2017)

A Modena un focus sulla sigaretta elettronica potrà chiarire molti dubbi:
L'evento "Sigaretta elettronica, panacea o nuova dipendenza?" avrà luogo il 21 febbraio 2017 presso Florim salute&formazione
via Canaletto 24, Fiorano Modenese (Mo.)

Il Dott. Ercole Turrini – Direttore ff UO Pneumologia – e la Dott.ssa Marcella Camellini – Dirigente Medico dell’Unità Operativa di Cardiologia e Responsabile del suddetto Progetto per l’Ospedale di Sassuolo – ci illustreranno come le sigarette elettroniche dal momento boom, arrivato intorno al 2010, hanno scatenato opinioni molto differenti tra gli esperti, generando confusione nell’opinione comune. Obiettivo dell’incontro sarà quello di fare chiarezza sull’argomento.

L'appuntamento, gratuito, nasce dalla collaborazione tra Florim e Ospedale di Sassuolo con l'intento di sensibilizzare la comunità alla conduzione di uno stile di vita più sano e consapevole. Info: www.florim.it



caricamento in corso...
caricamento in corso...