Post cena di pesce cotto e crudo: 7 amiche in ospedale. Quali sintomi

07 settembre 2017 ore 14:42, Stefano Ursi
Sette ragazze si sono presentate all'ospedale dopo aver cenato a base di pesce, cotto e crudo, in un locale della città. Si erano ritrovate, in 11, per il compleanno di una di loro e il giorno seguente 9 delle 11 amiche ha avvertito mal di stomaco, nausea, vomito e diarrea. Lo riporta Il Resto del Carlino. Dopo una serie di telefonate in cui si ipotizzava che i malesseri potessero essere dovuti alla cena a base di pesce, 7 delle 9 amiche hanno deciso di andare al Ceccarini di Riccione, al pronto soccorso. I sanitari, si legge, avrebbero diagnosticato una ''intossicazione alimentare non specificata''. La vicenda, di cui il giornale parla oggi, risale al 31 agosto scorso e sulla cosa, si apprende, sta indagando la Ausl di Rimini.

Post cena di pesce cotto e crudo: 7 amiche in ospedale. Quali sintomi
''Gli addetti dell’Azienda sanitaria sono andati nel locale dov’è stata consumata la cena per fare dei tamponi anche ambientali, ossia su fornelli e pentole – spiega Il Resto del Carlino. I risultati delle analisi, che solitamente richiedono qualche giorno, sono attesi a breve. Serviranno a capire se l’intossicazione è stata causata dai prodotti ittici o da altro''. ''Nel ristorante la comitiva ha consumato pesce misto, sia crudo che cotto – si legge ancora – compreso crostacei, cozze, vongole, sushi, ricciola e tonno''. Esistono oggi al mondo più di 250 tossinfezioni alimentari – si legge sul portale epicentro.iss.it – che si manifestano con differenti sintomi e sono causate da diversi agenti patogeni, perlopiù batteri, virus e parassiti.

Con il passare degli anni, vengono identificati continuamente nuovi patogeni. alcuni dei quali si diffondono anche per effetto dell’incremento di scambi commerciali, di ricorso alla ristorazione collettiva, di grandi allevamenti intensivi e di viaggi. Normalmente – spiega il portale – il sistema interessato dalle tossinfezioni alimentari è quello gastrointestinale con manifestazione di nausea, vomito, crampi addominali e diarrea, e con una insorgenza dei sintomi in un arco di tempo relativamente breve (da ore a giorni). Nel caso di ingestione di alimenti contaminati, viene solitamente colpita la prima parte dell’apparato gastroenterico e i sintomi (nausea e vomito più che diarrea e molto più raramente febbre e brividi) si manifestano in tempi più brevi. Nel caso invece di tossinfezioni causate da microrganismi che tendono a diffondersi anche nel sistema sanguigno – si legge – i tempi di manifestazione possono essere più lunghi, e il sintomo più frequente è la diarrea, accompagnata da febbre e brividi.

#pesce #crudo #cattolica #cena #ospedale

autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...