Influenza 2016, già super-potente. 469mila casi in italia: sintomi e consigli

09 dicembre 2016 ore 18:08, Micaela Del Monte
Arrivano i primi freddi e comincia ad intensificarsi anche l'attività influenzale nel nostro Paese. Il livello di incidenza in Italia è pari a 1,89 casi per mille assistiti, sotto la soglia epidemica. Lo riferisce il rapporto di Influnet. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 115.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 469.000 casi. Piemonte, Trentino, Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Lazio e Campania sono le Regioni in cui si osserva una maggiore attività virale. 

Influenza 2016, già super-potente. 469mila casi in italia: sintomi e consigli
La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a circa 5,9 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 5-14 anni a 2,79 nella fascia 15-64 anni a 1,73 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 0,82 casi per mille assistiti. Nella quarantottesima settimana del 2016 comincia ad intensificarsi l’attività dei virus influenzali e il livello dell’incidenza è lievemente superiore a quello delle precedenti stagioni influenzali. Sempre nella quarantottesima settimana del 2016 il valore dell’incidenza è sotto la soglia epidemica in molte regioni, tranne in Piemonte, in Trentino, in Emilia-Romagna, in Umbria, nelle Marche, nel Lazio e in Campania in cui l’incidenza è pari o superiore a 3 casi per mille assistiti.

Tra i sintomi più comuni segnaliamo la febbre alta, che compare da 1 a 4 giorni dopo il contagio, la tosse, il malessere generalizzato, mal di testa, spossatezza, dolori articolari, oppure vomito e diarrea nel caso nella variante intestinale. Nell’eventualità dei virus parainfluenzali può comparire una sintomatologia più leggera, comprendente mal di gola e tosse senza febbre.

Per combattere l’influenza è necessario agire sui sintomi, poiché il virus deve fare il suo corso; solitamente dura dai 5 ai 7 giorni. Nel caso di tosse e raffreddore è fondamentale lavarsi spesso le mani, soffiare il naso regolarmente e lavarlo con acqua salata tiepida oppure mettere degli impacchi caldi sul naso e i seni infiammati. Un buon modo per velocizzare il processo di guarigione è fare i gargarismi con acqua e sale e rimanere al caldo, umidificando l’ambiente. Fondamentale, infine, è bere molti liquidi caldi, alimentarsi con più frutta e verdura e preferire cibi a base di banane, peperoni, carote e cipolla.
caricamento in corso...
caricamento in corso...