Mele annurche anti-calvizie, arriva l'integratore alle ''procianidine''

09 settembre 2017 ore 12:33, Stefano Ursi
Le procianidine contenute nelle mele annurche funzionano nella lotta contro la caduta dei capelli e l'alopecia: questi polifenoli, si legge, sarebbero molto efficaci nel contrasto a questa problematica. In precedenza si era riscontrata, nell'utilizzo in clinica delle mele annurche campane Igp, l'efficacia nel controllo del colesterolo plasmatico e ora si apprende questo altro grande effetto, le cui risultanze sono descritte in studi scientifici del Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Mele annurche anti-calvizie, arriva l'integratore alle ''procianidine''
Immagine di repertorio
Lo ha reso noto Ettore Novellino, direttore del dipartimento di Farmacia dell'Università Federico II che partecipa al Biogem di Avellino alla kermesse scientifica internazionale su Cibo e salute: ''Le mele sono un concentrato di benessere – ha detto – e non finiscono di stupire le scoperte scientifiche sulle caratteristiche di questi frutti della terra campana che hanno nella cultivar Annurca Igp una vera e propria regina della Dieta mediterranea''.  ''Valutando il contenuto polifenolico di differenti cultivar di mele - spiega Novellino - abbiamo scoperto che la varietà Annurca, originaria della regione Campania, è caratterizzata dalla più elevata concentrazione di procianidine oligomeriche e, nello specifico, di procianidina B2, rispetto a cultivar più comuni, quali Red Delicious, Granny Smith, Pink Lady, Fuji, e Golden Delicious. I capelli, protetti dalle procianidine della mela, subiscono meno danni dagli ossidanti dell'ambiente''.

Ora, dopo che sono stati messi a punto accurati studi e appurati i risultati sperimentali, la formulazione studiata all'Università di Napoli è disponibile nelle farmacie in integratori nutraceutici ''Apple meets hair''. L'Alopecia androgenetica (anche conosciuta come calvizie) è una tipologia di perdita di capelli dovuta ad una suscettibilità del follicolo pilifero ad una miniaturizzazione di tipo androgenetico. È la tipologia di calvizie più comune e interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne ad un certo stadio della loro vita. L'uomo tipicamente presenta una recessione dell'attaccatura alle tempie e perdita di capelli al vertice, mentre la donna normalmente ha un diradamento diffuso su tutta la parte alta dello scalpo. Fattori sia genetici che ambientali giocano un ruolo, e diverse cause rimangono sconosciute.

#mele #annurche #calvizie #federicoII
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...