Zen, intimidazione con uccello decapitato: scuola Falcone non ha pace

13 luglio 2017 ore 13:49, Stefano Ursi
Davanti alla scuola Falcone, allo Zen di Palermo, dove nei giorni scorsi era stata trovata decapitata la statua del giudice ucciso dalla mafia, stamane è stato rinvenuto un uccello con la testa mozzata. Sul posto la Polizia che ha effettuato i rilievi onde capire il movente e la dinamica dei fatti. Al momento non è dato sapere se si sia trattato di un messaggio intimidatorio o di altro, anche se gli inquirenti, secondo quanto si legge sui maggiori mezzi di informazione online, propenderebbero per la prima ipotesi. Ma al momento non è possibile andare oltre.

Zen, intimidazione con uccello decapitato: scuola Falcone non ha pace
Due giorni fa, lo ricordiamo, la testa della statua di Falcone all'ingresso della scuola, che nel tempo ha già subito numerosi danneggiamenti, era stata trovata staccata e su questo episodio è stata aperta un'indagine. Dopo l'episodio la sorella del magistrato aveva chiesto maggiore vigilanza su quei luoghi. Nel frattempo la Polizia è riuscita a ricostruire esattamente la dinamica di quanto accaduto la sera del 7 luglio in piazza Giovanni Paolo II, relativamente alla causa del danneggiamento di un cartellone con le fotografie dei Giudici Falcone e Borsellino; il cartellone, lo ricordiamo, è posizionato nella recinzione esterna della scuola ''De Gasperi''.

Gli uomini della Squadra mobile, che si sono avvalsi anche della visione e dell'analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza, hanno potuto accertare come a generare il fuoco sia stato un senza fissa dimora affetto da disturbi psichici, che da tempo occupa una panchina in piazza. L'uomo è stato ripreso con precisione dalle telecamere mentre spegne una sigaretta sul cartellone, cosa che ha provocato un foro nello stesso. E' stato denunciato, riportano i media, per danneggiamento.

#uccello #decapitato #zen #falcone
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...