Pennsylvania horror, uccide 4 coetanei e li seppellisce in fossa comune

14 luglio 2017 ore 10:40, Stefano Ursi
E' finita in una tragedia agghiacciante la vicenda che aveva fatto parlare gli Stati Uniti nei giorni scorsi; i quattro ragazzi scomparsi in una località della Pennsylvania nei giorni scorsi sono stati uccisi. Un altro ragazzo della zona, riportano i media americani in queste ore, ha confessato l'omicidio. I corpi sono stati trovati nella fattoria della sua famiglia a Bucks County, vicino a Filadelfia. Una vicenda drammatica, che ha scosso l'opinione pubblica americana. Il giovane, 20 anni, era era stato subito indicato come una "persona di interesse" relativamente alle indagini sulla scomparsa dei quattro coetanei.

Pennsylvania horror, uccide 4 coetanei e li seppellisce in fossa comune
immagine di repertorio
E un altro elemento che aveva portato gli inquirenti sulla strada era stata l'incriminazione per aver rubato l'auto di uno dei ragazzi poi uccisi, auto che aveva tentato di rivendere per la cifra di 500 dollari. Poi, in queste ore, la confessione che ha permesso agli investigatori di arrivare ai quattro ragazzi uccisi e ai loro corpi; per ora, spiegano i media americani, dai resti è stato identificato uno dei quattro ragazzi e in queste ore si attendono conferme sull'identificazione degli altri tre. I media americani lanciano le prime ricostruzioni relativamente alla vicenda e spiegano che, secondo quello che emerge, i quattro potrebbero essere stati uccisi separatamente e il giovane avrebbe avuto, si legge, dei problemi psichici.

All'uscita del tribunale dove è stato sottoposto ad interrogatorio e avrebbe ammesso la paternità o comunque la partecipazione ai quattro delitti ha detto: ''Mi dispiace''. Durante l'interrogatorio, spiegano i media americani, il giovane ha indicato dove trovare i resti dei quattro coetanei che, si legge, sarebbero stati trovati tutti insieme in una fossa profonda. La confessione, peraltro, si legge, farà sì che il procuratore distrettuale non invocherà contro di lui la pena di morte. Il ventenne, raccontano i media americani, aveva alle spalle un'accusa per possesso illegale di arma da fuoco.

#usa #omicidio #filadelfia #fattoria
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...