Testimone-amico di Giuseppe Uva uccide padre: lite furiosa e coltellate

16 febbraio 2017 ore 9:49, Adriano Scianca
Nel 2008 fu fermato insieme a Giuseppe Uva dai carabinieri mentre spostavano alcune transenne nel centro di Varese. Quella sera Uva morì e ne nacque un processo con accuse alle forze dell'ordine in cui lui era testimone chiave: ora Alberto Bigioggero  ha ucciso suo padre con una coltellata, intorno alle 19 di ieri. A quanto si apprende, forse al culmine di una lite all'interno di un appartamento di viale dei Mille a Varese, l'uomo ha sferrato almeno cinque fendenti all'addome del genitore, Ferruccio Bigioggero, uccidendolo. 

Testimone-amico di Giuseppe Uva uccide padre: lite furiosa e coltellate

HA CONFESSATO
Non un omicidio premeditato, stando ai primi riscontri, ma un delitto d’impeto. Padre e figlio avrebbero litigato per ragioni sconosciute al momento. Sul posto è intervenuta la Polizia di Stato di Varese. L'uomo avrebbe già confessato. E' stato del resto proprio lui a chiamare le forze dell'ordine. “Non riesco a crederci: in questo periodo Alberto era tranquillo, mi ha mandato un messaggio ieri invitandomi a teatro, al suo spettacolo, perché stava studiando recitazione”, ha detto in lacrime Lucia Uva, sorella di Giuseppe. “Alberto aveva smesso di bere e di assumere droghe - ha raccontato - sono sconvolta”. Durante il processo Uva, infatti, era emerso come l'uomo avesse una personalità borderline e abusasse di alcol e stupefacenti. Il caso sulla morte di Giuseppe Uva risale al 14 giugno 2008: l’uomo, 43 anni, muore su un letto del reparto psichiatrico dell’ospedale di Circolo di Varese, dopo essere stato trattenuto per oltre due ore nella caserma dei carabinieri di via Saffi. 

AGENTI ASSOLTI
Quella sera, Giuseppe e il suo amico Alberto, transennarono una strada di Varese, ma furono sorpresi e fermati da una pattuglia dei carabinieri e portati in caserma. Biggiogero racconterà di essere rimasto solo in una stanza e di aver sentito le urla del suo amico. Così chiamò il 118, ma l’operatore del servizio telefonò a sua volta alla caserma per accertarsi dell’accaduto. Il carabiniere che ricevette la telefonata tranquillizzò l'operatore. Giuseppe Uva morirà la mattina dopo. Per quella morte, due carabinieri e sei poliziotti sono stati accusati di omicidio preterintenzionale e poi assolti dalla Corte d'Assise di Varese.
#Uva #Varese #Bigioggero
caricamento in corso...
caricamento in corso...