Tragedia tra i ghiacci a Gressoney, crolla una parete: quattro vittime

17 febbraio 2017 ore 8:01, Andrea Barcariol
Tragedia tra i ghiacci a Gressoney, crolla una parete: quattro vittime
Tragedia in Valle d'Aosta. Quattro scalatori italiani sono morti per il crollo della cascata di ghiaccio "Bonne Année" avvenuto nella tarda mattinata di oggi 16 a Gressoney-Saint-Jean. Gli alpinisti stavano iniziando l'ascesa quando gran parte della parete ghiacciata si è staccata dalla roccia, non concedendogli via di scampo. La Bonne Année è considerata una via sicura ed è facilmente raggiungibile dopo una passeggiata di 5 cinque minuti che parte da un parcheggio. Un quinto alpinista è rimasto ferito ed è stato ricoverato all'ospedale Parini di Aosta.

Sul posto sono intervenuti il soccorso alpino valdostano e i vigili del fuoco di Aosta. "Stavamo arrampicando quando abbiamo sentito un boato fortissimo. Poco dopo abbiamo sentito l'elicottero - hanno raccontato all'ANSA due scalatori che si trovavano su una cascata di ghiaccio, a poca distanza dalla tragedia - Eravamo sulla cascata 'Ciampa', che a quell'ora non prendeva sole, mentre 'La Bonne année' era esposta".
Tra le ipotesi sul crollo della partete ghiacciata c'è il rialzo termico di oltre 17 gradi che in sole due ore si è registrato nel comune di Gressoney-Saint-Jean. Davide Benedetti, presidente del Cai di Fivizzano (120 soci) racconta: «Erano tutti estremamente esperti. Mauro Franceschini e Fabrizio Recchia sono entrambi istruttori e apritori di roccia, hanno scritto guide». Due donne le altre vittime.









caricamento in corso...
caricamento in corso...