Parigi, spari Champs Elysées: ucciso assalitore, un altro in fuga. Le Pen: "Chiudere frontiere"

20 aprile 2017 ore 23:16, Andrea Barcariol
Ancora incubo terrorismo a Parigi. Intorno alle ore 21 sangue sugli Champs Elysées a causa di una sparatoria che ha visto coinvolti due poliziotti (uno morto, l'altro ferito alla testa in gravissime condizioni) che hanno risposto al fuoco di due aggressori (uno è rimasto ucciso, l'altro è fuggito e dovrebbe essersi rifugiato in un garage). La notizia è stata confermata dal ministero degli Interni francese, che ha parlato di un "probabile" attacco terroristico.

Parigi, spari Champs Elysées: ucciso assalitore, un altro in fuga. Le Pen: 'Chiudere frontiere'
Secondo le prime informazioni, due uomini avrebbero aperto il fuoco contro la polizia all'altezza del civico 104, davanti alle vetrine del negozio Marks & Spencer. I testimoni hanno detto di aver visto un attacco, "a colpi di kalashnikov". L'operazione di polizia è ancora in corso. Subito dopo la sparatoria è scattato il piano antiterrorismo ed è stato evacuato il centro della città. Ai cittadini e turisti, attraverso i media e i social network, è stato chiesto di evitare la zona. L'area è stata blindata con centinaia di uomini della gendarmeria e delle forze speciali, chiuse per precauzione la stazione della metropolitana Franklin Roosevelt (vicino all'Arco di Trionfo) e George V.

In tutta la Francia le misure di prevenzione anti-terrorismo erano state potenziate proprio in vista della scadenza elettorale. Due giorni fa a Marsiglia due francesi legati all'integralismo islamico, erano stati arrestati perché sospettati di aver in progetto un attentato.
Marie Le Pen ha già espresso la sua solidarietà via twitter alle forze dell'ordine, parlando di una città "di nuovo nel mirino". La candidata del Front Nazionale, pochi minuti prima dell'attentato, durante un comizio, aveva parlato di "Insurrezione nazionale, per ridare la francia al popolo".

Parigi, spari Champs Elysées: ucciso assalitore, un altro in fuga. Le Pen: 'Chiudere frontiere'
L'episodio drammatico arriva a tre giorni dal voto di domenica che vede quattro candidati (Macron, Le Pen, Fillon e Melenchon) in corsa, secondo i sondaggi divisi da pochi punti percentuali. L'ennesimo episodio di sangue, dunque, potrebbe incidere molto sulla campagna elettorale.
«Condoglianze alla Francia per quanto accaduto a Parigi: sembra terrorismo. Non finisce mai». Questo il commento del presidente americano Donald Trump nella conferenza stampa congiunta con Paolo Gentiloni alla Casa Bianca. «Un fatto terribile. Dobbiamo essere forti e vigili» ha proseguito il presidente Usa.

#ChampsElysees #Parigi #attentato



caricamento in corso...
caricamento in corso...