Strage in Siberia, bevono lozione con metanolo: 55 morti. La moda a rischio

21 dicembre 2016 ore 9:26, Andrea Barcariol
Il bilancio delle vittime sale di ora in ora ma è difficile dare un numero esatto. Ciò che è sicuro è che dovrebbero essere più di 50 i morti in Russia, a Irkutska città della Siberia centrale, a causa dell'intossicazione da metanolo contenuto in un prodotto per la cura del corpo. Il governatore della regione Sergei Levchenko ha bandito la vendita di prodotti non commestibili contenenti alcol, dopo che la stessa misura era stata presa ieri dal sindaco della città siberiana. Due laboratori in cui veniva contraffatto sono stati scoperti. Oltre ai morti, ci sono 40 persone ricoverate in ospedale con i sintomi dell'intossicazione da metanolo, ha reso noto la portavoce della commissione inquirente russa, Svetlana Petrenko. Tutti i casi sono stati denunciati alle autorità fra venerdì e la giornata di oggi. Nove le persone arrestate fino a ora accusate di aver confezionato o distribuito l'olio cosmetico contraffatto e ingerito come surrogato agli alcolici.

Strage in Siberia, bevono lozione con metanolo: 55 morti. La moda a rischio
La produzione e la vendita di lozioni e tinture alterate con alcol sono molto cresciute negli ultimi anni in Russia, poiché queste sostanze vengono acquistate e consumate come surrogato economico delle bevande alcoliche tradizionali. Le intossicazioni dovute a surrogati economici dell’alcol accadono molto frequentemente nel paese, anche se è la prima volta che si verifica un incidente così grave. La vicenda di Irkutsk è stata descritta dal portavoce del presidente Vladimir Putin come una “terribile tragedia”. Il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha sottolineato che le autorità del posto devono vietare al più prestito la vendita di queste sostanze. Secondo quanto riferito recentemente da un deputato russo il 20% dell’alcol consumato in Russia proviene da medicine e profumi.


caricamento in corso...
caricamento in corso...