17 rapine con coltello e griffe, fermato 26enne: usava market come bancomat

21 dicembre 2016 ore 11:52, Americo Mascarucci
La Polizia ha fermato un presunto rapinatore seriale accusato di aver messo a segno 17 rapine in supermercati e farmacie. Si tratta di un giovane 26enne di Palermo.
L'uomo è stato fermato in seguito ad una violenta rapina nel supermercato della catena "Fortè" nel quartiere "Cep"; Poco prima della chiusura, un giovane parzialmente travisato, armato di coltello avrebbe minacciato un impiegato, facendosi consegnare l’incasso e fuggendo via.
Gli agenti, dopo aver ottenuto le descrizioni fisiche del rapinatore e visionato le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza hanno avuto la conferma che il rapinatore fosse un soggetto già sospettato di altre rapine avvenute per altro nello stesso supermercato.
I poliziotti lo hanno sorpreso nella propria abitazione dove avrebbero rinvenuto gli stessi indumenti utilizzati per compiere la rapina (bomber di colore blu, felpa con cappuccio di colore blu e scarpe di colore blu firmate).
Incalzato dalle domande degli inquirenti l'uomo sarebbe crollato ammettendo le proprie responsabilità.
17 rapine con coltello e griffe, fermato 26enne: usava market come bancomat

Su 16 rapine ben nove sarebbero state commesse sempre ai danni dello stesso supermercato mentre le altre a danno di farmacie ed altri esercizi commerciali. 
Al Fortè di via Berrettaro, nel quartiere Cep, il rapinatore si sarebbe presentato sempre armato di coltello a prelevare i contanti dalla cassa almeno tre volte alla settimana. Era diventato il suo bancomat.
Il supermercato dista addirittura solo 100 metri da casa del 26enne.
"Abbiamo messo fine all'incubo dei commercianti del quartiere che dal mese di agosto ad oggi hanno subito diverse rapine – spiega il dirigente Commissariato Zisa – Borgo Nuovo, Rosa La Franca - In particolare al Fortè di via Berrettaro si era registrato un calo dei clienti, che spaventati non andavano più in quel supermercato. Anche il farmacista di piazza Armerina, che ha subito ben 5 colpi, ha finalmente tirato un sospiro di sollievo. Il dottore aveva persino pensato a ritorsioni di tipo mafioso e criminale per la frequenza delle rapine. Il 26enne ha rapinato tre volte anche il centro Vodafone di via Leonardo da Vinci".

caricamento in corso...
caricamento in corso...