Motociclista Hyden morto per un incidente in bici. Colleghi devastati

23 maggio 2017 ore 10:30, Americo Mascarucci
Non ce l'ha fatta a vincere la lotta per la vita e alla fine il cuore di Nicky Hayden ha smesso di battere all’ospedale Bufalini di Cesena. Fatale un incidente in bici che non gli ha lasciato scampo. Investito da un auto mentre stava pedalando allegramente pensando magari al suo futuro e ha tanti bei sogni ancora da realizzare. Non aveva nemmeno 36 anni e sembra assurdo che la morte sia sopraggiunta lontano da quei circuiti in cui davvero il rischio è altissimo e la morte rischi di vederla in faccia ogni volta. Riguardo alla dinamica dell’incidente pare che sia stato il pilota del Kentucky a non dare la precedenza all’autista che l’ha investito. Comunque al vaglio degli inquirenti c’è un video ripreso da un’abitazione privata adiacente che dovrebbe chiarire del tutto la vicenda.
Motociclista Hyden morto per un incidente in bici. Colleghi devastati
L’americano che battè Valentino Rossi in motoGp nel 2006 se n’è andato. dopo un mese da un analogo incidente in bici che ha strappato alla vita Michele Scarponi, ciclista non pilota. 

L’investitore di Hayden, un 30enne di Cesena, è stato indagato per lesioni stradali. Al di là delle indagini e delle verità che arriveranno dopo, resta il dolore per la morte di Kentucky Kid, campione mondiale, stimato da tutti e ancora brillante protagonista nel campionato iridato di superbike. Hayden era rimasto in Italia, dopo aver gareggiato a Imola il 14 maggio scorso.La bici era la sua seconda passione, o forse la prima. Adesso non importa più. Conta il dato che le morti dei ciclisti sulle strade d’Italia aumentano, giorno dopo giorno. E non se ne può più.
Immenso il dolore dei colleghi. 
Andrea Iannone scrive:
caricamento in corso...
caricamento in corso...