Latina choc, uccisa prostituta 23enne a calci e pugni. È giallo familiare

24 agosto 2017 ore 15:10, Giuseppe Tetto
Aveva solo 23 anni la prostituta trovata morta ieri sera sulla via dei Monti Lepini, in provincia di Latina. Una morte che appare subito come un giallo visto le gravi lesioni trovate sul corpo della giovane donne. Secondo le prime ricostruzioni sarebbe stata presa a calci e pugni, provocando il malore l’ha condotta alla morte. I carabinieri hanno anche diffuso le iniziali della giovane, di nazionalità italiana stando ai primi riscontri: P.G. 23 anni e residente a Frosinone. 

Latina choc, uccisa prostituta 23enne a calci e pugni. È giallo familiare
LA RICOSTRUZIONE 
Come da abitudine la ragazza era stata accompagnata in macchina dalla sorella e dal convivente sulla strada dei Monti Lepini in provincia di Latina, nel territorio comunale di Prossedi, dove era solita incontrare i suoi clienti. Probabilmente uno di questi la picchiata selvaggiamente e facendo perdere le sue tracce. Secondo le forze dell’ordine la giovane avrebbero recuperata e fatta salire su una macchina, su cui viaggiavano anche due bambini, per tornare a Frosinone. Dopo aver accostato l'auto sul ciglio della strada - all'altezza del km 22,200 - la zia ha chiesto l'intervento del 118. Quando i sanitari sono arrivati sul posto però per la giovane non c'era più nulla da fare. Subito sono scattate le indagini del Nucleo investigativo dei carabinieri di Latina e di Terracina, con l'intervento sul posto del magistrato di turno e del medico legale. Da una prima ispezione esterna sul cadavere, sono state rinvenute delle ecchimosi sul volto e sull'addome della giovane. Oggi pomeriggio verrà eseguita l'autopsia sulla salma della vittima, mentre proseguono le indagini, a partire da quelle sul ruolo dei parenti della ragazza che erano con lei sulla macchina e che hanno allertato i soccorritori.
caricamento in corso...
caricamento in corso...