Spagnola in Erasmus denuncia stupro: Rimini, drink e vuoti di memoria

25 settembre 2017 ore 15:53, Americo Mascarucci
Altro stupro a Rimini? E' quanto denunciato da una studentessa Erasmus di nazionalità spagnola di 20 anni che avrebbe riferito ai Carabinieri di essere stata violentata da due ragazzi conosciuti in discoteca che avrebbero approfittato del suo stato d'ebrezza alcolica per stuprarla. Tuttavia i Carabinieri stanno indagando a fondo perché il racconto della ragazza pare si presenti molto confuso e caratterizzato da forti vuoti di memoria. Uno stupro insomma che potrebbe pure non essere tale. Ad ogni modo, secondo quanto riferito dalla giovane, i due presunti violentatori sarebbero due ragazzi italiani.
Spagnola in Erasmus denuncia stupro: Rimini, drink e vuoti di memoria

I FATTI
La giovane avrebbe riferito ai Carabinieri di essersi accorta di aver subito uno stupro dopo essersi svegliata sabato mattina (l'evento criminoso sarebbe avvenuto nella serata di venerdì) con un forte dolore alle parti intime. I medici del pronto soccorso ai quali la ragazza si è rivolta avrebbero riscontrato i segni di un possibile stupro, anche se come detto l'avvenuta violenza carnale al momento non sarebbe accertata. I medici infatti avrebbero appurato dei segni esterni compatibili con uno stupro, ma comunque non tali da poter certificare che lo stupro sia realmente avvenuto.  
La spagnola ha riferito inoltre ai Carabinieri di essere arrivata in discoteca con un'amica e di aver bevuto dei drink con alcuni ragazzi italiani. Il resto però non è chiaro. La ragazza non ricorda cosa sia accaduto realmente riferendo di essersi svegliata con quel dolore alle parti intime. Quindi ci sarebbe un vuoto di memoria di diverse ore. L'amica non sarebbe stata a sua volta in grado di poter fornire degli elementi utili alle indagini dal momento che le due si sarebbero separate ad una certa ora della notte. 
I Carabinieri stanno cercando di rintracciare i due ragazzi e di fare luce su quanto avvenuto. Quaslche elemento utile alle indagini potrebbe venire dalla visione delle telecamere di videosorveglianza collocate all'esterno della discoteca e nel parcheggio circostante. Al momento dunque si tratta di una vicenda tutta da chiarire che naturalmente ha contribuito a riacuire le tensioni e a generare ulteriore allarmismo a Rimini, considerando che ancora non si sono spenti gli echi dei presunti stupri del mese scorso da parte di quattro immigrati ai danni di una turista polacca e di una trans. 

#stupro #rimini #studentessa #erasmus
caricamento in corso...
caricamento in corso...