Giro di giostra maledetto, Gardaland shock: bimba sbalzata fuori dalle "tazze"

27 dicembre 2016 ore 23:23, Luca Lippi
Il giorno di Santo Stefano è stato drammatico per una bambina di sei anni cui, probabilmente, era stato offerto in dono per il Natale una giornata nel parco giochi di Gardaland. Quando il destino non concede spazio alla razionalità. La bambina sotto gli occhi dei genitori vuole fare un giro sulle “tazze”, uno dei giochi in assoluto più innocui del parco divertimenti che, comunque, annovera fra le attrazioni di tutto e tutto in assoluta sicurezza.
Invece la paura, la bambina vola fuori da una delle “tazze” e cadendo batte il capo sul cemento. In un primo momento si è scritto che avesse perso conoscenza.
In ogni caso, attimi di paura infinita cui è seguito il pronto intervento dell’organizzazione del parco giochi che al suo interno ha un medico sempre in servizio che ha soccorso la bambina sul posto prima di chiedere l’intervento dei sanitari dell’ospedale di Bussolengo.
L’allarme c'è ora e la bambina è in prognosi riservata.
Ora si indaga sulle cause dell'incidente. La madre si sarebbe accorta di quanto accaduto in “diretta”, urlando a gran voce di fermare la giostra, non appena la bimba sarebbe caduta.

Giro di giostra maledetto, Gardaland shock: bimba sbalzata fuori dalle 'tazze'

Nessun sequestro e nessuna indagine ufficiale, ma almeno per tutta la giornata di oggi, le “Tazze” di Gardaland rimarranno ferme per consentire ai tecnici di capire cosa sia successo. 
Lo ha disposto il pm Giulia Labia, dopo essere stata informata dai carabinieri in merito all’incidente avvenuto nella giornata di ieri all’interno del parco di divertimenti di Castelnuovo. 
Nella mattinata di oggi, i tecnici incaricati dal sostituto procuratore, insieme ai carabinieri hanno effettuato una serie di controlli sulla storica attrazione. E dai primi accertamenti sembrerebbe che non sia emersa alcuna irregolarità nei meccanismi di funzionamento. Nelle prossime ore potrebbe essere ascoltata la madre per cercare di capire cosa sia realmente successo.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...