Sangue e terrore a Napoli, 20enne muore in agguato tra la folla

27 gennaio 2017 ore 22:07, Micaela Del Monte
Questo pomeriggio Napoli è stato teatro di terribile agguato in pieno giorno nel quale un ragazzo di 20 anni ha perso la vita. La sparatoria si è verificata tra i passanti in via Epomeo, all'incrocio con via Montevergine, nel quartiere di Soccavo. Il ragazzo, già noto alle forze dell'ordine, è morto a causa delle ferite riportate. Il 20enne è così la prima vittima di un agguato a Napoli del 2017, proprio nel giorno in cui sono stati resi noti i dati sull'aumento degli omicidi in città. L'agguato è avvenuto proprio davanti alla chiesa di Montevergine, davanti allo sguardo attonito degli astanti. 

[imag:right]La vittima, Renato Di Giovanni, sarebbe stata avvicinata per strada dai sicari e colpito da diversi colpi d’arma da fuoco. La scena si è consumata sotto gli occhi terrorizzati di passanti e automobilisti. Alcuni medici hanno provato ad intervenire, ma il ragazzo ormai era già deceduto.  Di Giovanni era un ex calciatore della Primavera del Napoli, attualmente in forza all'Arzanese Calcio. Il 20enne era sottoposto ad obbligo di firma dalla Polizia Giudiziaria per precedenti penali per spaccio di droga. Secondo le prime ricostruzioni, nonostante la giovane età, Di Giovanni era ritenuto vicino al clan Vigilia per il quale, appunto, avrebbe gestito piccoli traffici di cocaina. 

L’omicidio è avvenuto poco dopo mezzogiorno. Sul posto le forze dell’ordine per effettuare i rilievi e ricostuire la dinamica dell’incidente. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima. A indagare ora sono i carabinieri della Compagnia di Bagnoli, guidata dal comandante Nicola Quartarone, che hanno immediatamente eseguito i rilievi e verificato l'installazione di telecamere di sorveglianza.
caricamento in corso...
caricamento in corso...