Lite in caserma, agente spara al superiore e si suicida: colpa dei turni

30 giugno 2017 ore 10:12, Micaela Del Monte
Una brutta lite, poi gli spari. Così sono morti due agenti della polizia locale di San Donato Milanese, morti nel pomeriggio di ieri dopo che, al culmine di una lite, il sottoposto ha esploso un colpo di pistola all’indirizzo del superiore, quindi ha rivolto l’arma verso se stesso. Entrambi gli uomini sono morti subito dopo il trasporto in ospedale. 

Lite in caserma, agente spara al superiore e si suicida: colpa dei turni
IL MOVENTE -
All’origine del fatto ci sarebbero alcuni screzi e incomprensioni sul lavoro, si ipotizza anche sulla gestione dei turni. Non episodi eclatanti, ma uno stillicidio di piccoli fatti, che alla lunga hanno creato una miscela esplosiva. Massimo Schipa e Massimo Iussa avevano iniziato a discutere animatamente per questioni di lavoro. Il primo, forse, non accettava orari e turni, forse era insoddisfatto per qualcosa. 

LA DINAMICA - Dopo uno scambio di parole e vedute è avvenuta la tragedia. Tutto è accaduto improvvisamente. Schipa, 52enne coniugato e padre di un figlio, stava pensando di lasciare il Comando di San Donato Milanese perché era frustrato. Ieri pomeriggio, nello spogliatoio del Comando, aveva incrociato Massimo Iussa e gli aveva fatto presente il suo punto di vista riguardo ai turni e agli orari. La discussione è diventata subito un litigio; poi la tragedia. A stroncare Iussa è stato un colpo di pistola al torace. I colleghi lo hanno ritrovato per terra, in un lago di sangue. Il poliziotto, invece, si è suicidato con un colpo alla tempia. I colleghi hanno trovato l'agente e il vicecomandante per terra, moribondi.

Iussa, in particolare, era noto anche a livello politico poiché aveva militato per qualche tempo negli ambienti della destra. "Un grande amico, una persona che si è sempre comportata in maniera corretta e professionale. Sin dai tempi in cui militava negli ambienti della politica, ha sempre dimostrato una grande passione e altrettanta trasparenza", così lo ricorda Guido Massera, segretario locale di Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale. Anche l’onorevole Ignazio La Russa, raggiunto dalla notizia nella serata di ieri, ha espresso cordoglio per quanto successo. Ora si aprono riflessioni e interrogativi, fra l’opinione pubblica, ma anche all’interno dell’amministrazione di San Donato Milanese, dove il sindaco Andrea Checchi è appena stato riconfermato per il secondo mandato, dopo la tornata elettorale. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...