Napoli, vendetta di sangue per pizzo non pagato: ferita una bimba

05 gennaio 2017 ore 8:59, Adriano Scianca
Ci sarebbe il racket dietro la sparatoria avvenuta a Napoli, nella quale è stata ferita una bambina di 10 anni. Il fatto è avvenuto ieri in via Annunziata, nel quartiere di Forcella, centro storico di Napoli. La piccola è stata ferita a una gamba. Colpiti anche tre extracomunitari di nazionalità senegalese, probabilmente i veri obbiettivi del raid. Il mercato della Maddalena presenta una folta presenza di commercianti di colore. 

Napoli, vendetta di sangue per pizzo non pagato: ferita una bimba

Sembra che uno di questi si sia rifiutato di pagare il pizzo. In mattinata infatti ci sarebbe stato un primo confronto tra un giovane esattore di un clan locale e il titolare di una bancarella gestita da migranti che si è concluso con un rifiuto a pagare da parte dei senegalesi. A quel punto il ragazzo sarebbe tornato con un commando di quattro o cinque persone, sembra armati di bastoni, per far valere le proprie ragioni provocando la reazione di alcuni immigrati a difesa dell’ambulante. 

È stato allora che è comparsa una pistola di piccolo calibro che ha fatto fuoco una o più volte. La polizia sta passando al setaccio le telecamere della zona. Intanto la bambina, ricoverata in chirurgia all’ospedale Santobono, è stata subito operata: le hanno estratto il proiettile dalla caviglia. Per i sanitari le sue condizioni non destano preoccupazione. Si trovava in via Annunziata a passeggio col padre tra le bancarelle. Alla zia che l’ha incontrata in ospedale ha detto: “All’improvviso non ho capito più nulla, ho sentito un gran dolore e sono caduta”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...