Investita e uccisa fuori dalla discoteca, pirata si "consegna": forse ubriaco

06 marzo 2017 ore 10:32, Americo Mascarucci
Si è costituito ai Carabinieri dichiarando di essere il pirata della strada che nella notte fra sabato e domenica ha investito Debora Menale, la parrucchiera di 25 anni di Gricignano d'Aversa provocandone la morte. Debora era uscita da un locale di Sant' Antimo (Napoli) assieme al fidanzato.  Un 27enne di Giugliano accompagnato dal suo legale si è presentato alla stazione dei Carabinieri di Villaricca dichiarando di essere alla guida della Fiat Bravo nera  piombata sulla ragazza mentre attraversava la strada per raggiungere la sua auto parcheggiata all'esterno della discoteca. 
Debora, secondo i primi accertamenti, sarebbe stata sbalzata dal violento urto contro una Ford parcheggiata nelle vicinanze. 
Investita e uccisa fuori dalla discoteca, pirata si 'consegna': forse ubriaco

È stata prontamente soccorsa ma è giunta morta all'ospedale di Aversa. 
L'investitore sul principio è fuggito, non si è fermato, ma poi appreso che i Carabinieri stavano visionando le telecamere di sorveglianza del parcheggio e che alcuni testimoni oculari avevano descritto la vettura, si sarebbe consultato con un legale il quale molto probabilmente gli avrebbe consigliato di presentarsi spontaneamente, dal momento che i militari non avrebbero faticato molto a rintracciarlo. Così ha fatto.
Il giovane è stato denunciato per omicidio stradale, la sua auto è stata sequestrata, ed è stato sottoposto ad esame tossicologico per stabilire se eventualmente al momento dell'incidente guidasse in stato d'ebbrezza o sotto l'uso di stupefacenti.
La ragazza sarebbe morta fra le braccia del fidanzato che è salito con lei sull'ambulanza e non l'ha mai lasciata sola. Ora è sotto choc.
#debora #investita #fuoridiscoteca
caricamento in corso...
caricamento in corso...