Trovato morto Daniele Battistini con una coltellata al cuore, forse suicidio

06 ottobre 2017 ore 13:20, Micaela Del Monte
Era scomparso lo scorso 1 ottobre Daniele Battistini dopo aver detto ai suoi familiari di voler fare una passeggiata, portando con sé uno zaino e il proprio telefono cellulare. Daniele non era mai tornato a Nardò, di lui si erano perse le tracce e fino a poche ora fa di lui non si è saputo nulla.

Trovato morto Daniele Battistini con una coltellata al cuore, forse suicidio
La tragica notizia però è arrivata ieri in tarda serata quando il corpo del 26enne è stato ritrovato senza vita all’interno della pineta Torre Uluzzo di Porto Selvaggio; a rinvenire il corpo sono stati i Vigili del fuoco, che stavano setacciando quella zona insieme agli uomini della Polizia di Nardò e alle unità cinofile della Croce Rossa Italiana. Sul posto, tra gli altri, sono poi giunti gli uomini del reparto scientifico dei Carabinieri e il medico legale inviato dalla Procura della Repubblica di Lecce.

Battistini era iscritto all'ultimo anno in Scienze infermieristiche all'università di Lecce. Domenica era uscito di casa dicendo di andare a fare una passeggiata portandosi il cellulare e uno zaino. La famiglia aveva lanciato un appello anche su “Chi l’ha visto?”. Secondo una prima ricostruzione del medico legale e degli investigatori, sul petto del giovane, riverso supino per terra, è stato rinvenuto un coltello da cucina conficcato all'altezza del cuore. La mano destra era insanguinata, lasciando presupporre che con la stessa si sia inferto il fendente. Sul corpo, da un primo esame esterno, non sono stati trovate altre ferite, né segni di colluttazione. Anche la scena attorno al luogo del ritrovamento non desterebbe sospetti. il magistrato inquirente Maria Vallefuoco ha comunque disposto l’autopsia. In queste ore i carabinieri stanno verificando l’eventuale presenza di qualche biglietto o scritto lasciato dalla vittima.
caricamento in corso...
caricamento in corso...