Legato per rapina, morto gioielliere nel Nuorese. Diceva: "Non ho paura"

07 febbraio 2017 ore 21:35, Adriano Scianca
Rapina dal finale tragico a Sorgono, in provincia di Nuoro. Un gioielliere, Giuseppe Manca, di 63 anni, è stato trovato privo di vita nella sua abitazione di Corso IV Novembre imbavagliato e legato a una sedia. La casa si trova proprio sopra il suo negozio, "Cose belle", storica gioielleria del paese. 

Legato per rapina, morto gioielliere nel Nuorese. Diceva: 'Non ho paura'

A scoprire il cadavere, intorno a mezzogiorno, sono stati i vigili del fuoco allertati dai parenti e dai vicini della vittima che non avevano sue notizie. Secondo gli investigatori, Manca sarebbe morto per soffocamento: sul corpo non emergono tracce di arma da fuoco né segni di violenza o macchie di sangue. I banditi erano più d'uno e hanno messo completamente a soqquadro sia l'appartamento che la gioielleria. Non è ancora chiaro quanto e cosa manchi all'appello. I banditi, secondo una prima ricostruzione, sarebbero entrati in azione forzando un vecchio portoncino in legno nel retro dell'abitazione, situata sopra il negozio. 

L’uomo, stando alle prime informazioni, non sarebbe stato mai rapinato prima. Ha vissuto per diversi anni con due zie (poi decedute), poi da solo. Proprio a una zia aveva detto: “Non ho paura, ho telecamere e allarme collegati con carabinieri. Non voglio tenere armi. Che me ne faccio? Se vengono non reagisco”. A far chiarezza sulla sua morte saranno gli specialisti del Ris di Cagliari e i medici legali che effettueranno l'autopsia. Da chiarire se l'uomo sia morto soffocato o per un malore.
caricamento in corso...
caricamento in corso...