Commessa massacrata in Calabria: sul corpo strage di femminicidio

09 marzo 2017 ore 17:13, Americo Mascarucci
Un altro caso di femminicidio nel giorno della Festa della Donna? Il corpo senza vita di una commessa 40enne, è stato rinvenuto in Calabria in un'abitazione a Cirò Marina dove la donna viveva sola, riverso a terra ed in una pozza di sangue. I Carabinieri non avrebbero dubbi, la donna sarebbe stata uccisa con dei violenti colpi inferti in testa con un corpo contundente.
L'assassino si sarebbe accanito contro la vittima con particolare violenza il che lascerebbe supporre che potrebbe non essersi trattato di una rapina come invece sembrerebbe dimostrare il particolare della casa messa letteralmente a soqquadro.
Commessa massacrata in Calabria: sul corpo strage di femminicidio

DELITTO EFFERATO
Oltre ai colpi in testa, l'esame del cadavere avrebbe rilevato anche altri violenti segni che sarebbero stati inferti con crudeltà. I militari parlano di efferato delitto.
Il corpo senza vita della donna sarebbe stato rinvenuto dal cognato che era andato a cercarla in casa preoccupato del fatto che non si era presentata a lavoro.
I Carabinieri stanno interrogando i familiari per cercare di risalire alle abitudini della donna e capire chi possa avercela avuta con lei fino ad ucciderla in modo tanto orribile.
Al momento del ritrovamento la donna pare indossasse il giubbotto e avesse accanto il telefono cellulare.
Nessuna pista è al momento esclusa.
#calabria #femminicidio #commessa

caricamento in corso...
caricamento in corso...