YouTube segue Disney: caccia Felix Kjellberg e il suo Scare PewDiePie

16 febbraio 2017 ore 23:59, Luca Lippi
YouTube ha cancellato la seconda stagione dello show, “Scare PewDiePie”. Felix Kjellberg (in arte appunto Scare PewDiePie), protagonista di situazioni terrificanti ispirate dai suoi giochi preferiti, dovrà trovarsi un altro contenitore per trasmettere le sue gesta.

CHI E’ FELIX KJELLBERG
E’ uno dei YouTuber più famosi, seguiti e pagati del mondo, il suo canale principale supera i 53 milioni di iscritti, Felix è, un'esclusiva del servizio a pagamento YouTube Red (l'abbonamento costa 10 $ al mese). YouTube lo ha anche rimosso dal programma “Google Preferred”, il quale dirotta verso i canali più amati e considerati “sicuri” le pubblicità dei marchi più grandi.

PERCHE’
Si parla di antisemitismo, per via di alcuni video apparsi sul canale di PewDiePie, in seguito rimossi. Il più celebre ha come protagonista il sito Fiverr, nel quale è possibile richiedere servizi di ogni genere per soli 5$. Nel video incriminato, Felix chiede a due ragazzi indiani, specializzati nella consegna di video-messaggi riportanti qualsiasi testo richiesto dai clienti del sito, di tenere in mano un cartello con sopra la scritta “Death to All Jews” (“Morte a tutti gli ebrei”).
Dunque le accuse sono molto pesanti, e a conferma delle indiscrezioni di ‘Variety’, la decisione di YouTube non è biasimabile.

YouTube segue Disney: caccia Felix Kjellberg e il suo Scare PewDiePie

Ovviamente la questione è delicata, e come succede sempre a chi corre sul filo degli ‘eccessi’, prima o poi lo scivolone è dietro l’angolo e il limite fra il paradosso divertente e la caduta di tono è troppo flebile.
PewDiePie, che non è nuovo a scherzi di dubbio gusto (la sua carriera è costellata di provocazioni di ogni genere, come quando fece credere di voler cancellare il suo canale), si è difeso affermando che non era minimamente sua intenzione promuovere messaggi di odio o di stampo politico, e che lo scopo era solo quello di mostrare l'assurdità di alcuni servizi che è possibile richiedere online.
Le scuse non sono state sufficienti; anche nell’epoca dove tutto è il contrario di tutto, c’è e deve esserci un limite. Né YouTube/Google, né tanto meno Maker Studios, di proprietà di Disney, hanno potuto evitare di chiudere ufficialmente i rapporti con lo YouTuber.

#YouTube #FelixKjellberg #ScarePewDiePie
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...