Più tempo per il fisco: tutte le proroghe per autonomi e partite Iva

27 luglio 2017 ore 16:31, intelligo
Mese di luglio tanto caldo e tante scadenze fiscali, ma anche tante proroghe. Se qualche giorno fa è arrivata per il rotto della cuffia la proroga del 20 luglio scorso, arriva adesso un rinvio tanto atteso dai contribuenti: si allungano i termini per pagare le tasse per i lavoratori autonomi.  
A dare la comunicazione è il Ministero dell’economia e delle finanze che ieri ha pubblicato un comunicato stampa in cui ha deciso per lo slittamento delle scadenze fiscali dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017. I lavoratori autonomi avranno la possibilità di procedere al versamento delle imposte, derivanti dalle dichiarazioni dei redditi, Irap e Iva con una lieve maggiorazione dello 0,40 per cento. 

Più tempo per il fisco: tutte le proroghe per autonomi e partite Iva
È In arrivo anche un altro decreto del presidente del Consiglio dei ministri, con il quale viene prorogato, al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770/2017) e di quelle dei redditi e Irap. Nella giornata di ieri, come riportato da La Repubblica, sono scesi in campo i Consulenti del Lavoro: “La scadenza per la presentazione del modello 770 (31 luglio) incombe e della stra-annunciata proroga non c’è traccia, lasciando i Consulenti del Lavoro in balia dei ritardi e delle approssimazioni dell’amministrazione finanziaria. Viene riferito ufficiosamente che “il Dpcm è alla firma”, ma nel frattempo l’angoscia sale negli studi, facendo dilatare la distanza con il paese reale”. 

Va ricordato che il modello 770/2017 unifica i precedenti modelli 770 Semplificato e 770 Ordinario: il primo utilizzato per comunicare i dati fiscali relativi alle ritenute relative al lavoro dipendente e autonomo, il secondo riguardano i versamenti e le eventuali compensazioni effettuate.  
Intanto si ricorda che lunedì 31 luglio è l’ultimo giorno utile per quanto riguarda la rottamazione delle cartelle esattoriali, la mini sanatoria per chi ha debiti pendenti con il Fisco. Stessa scadenze per aderire alla voluntary disclosure, il rientro dei capitali dall’estero. In entrambi i casi gli scarsi risultati finora ottenuti potrebbero spingere ad uno slittamento dei termini e dare più tempo ai contribuenti per pensarci e fruire dei due istituti.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...