Tasse a "4 zampe", spese veterinarie si possono detrarre solo in alcuni casi

28 febbraio 2017 ore 11:34, Andrea De Angelis
Le tasse. Un incubo per milioni di italiani. Un dovere pagarle, per tutti. Ma le detrazioni sono anch'esse alla portata di ciascuno, l'importante è sapere quali e come. Perché troppo spesso per dimenticanze varie o imprecisioni si finisce col pagare, tenetevi forte, anche più del dovuto. Così i migliori amici dell'uomo, ovvero i cani, sono sì una ricchezza, ma anche una spesa. Detrarre dalle tasse le spese veterinarie è un'opportunità, cari amanti degli animali, da non lasciarsi sfuggire. Cerchiamo dunque di capire in che modo è possibile ottenere questa detrazione che, essendo prevista, non è una mera opportunità, ma un diritto acquisito. Serve solo "prenderselo" in tempo, senza lasciarselo sfuggire. 

Tasse a '4 zampe', spese veterinarie si possono detrarre solo in alcuni casi
DETRARRE LE SPESE VETERINARIE
Chi ha un animale domestico può detrarre dalla propria dichiarazione dei redditi le cure veterinarie e i farmaci che prevedono la prescrizione medica. Sono invece escluse le medicine che si comprano senza “ricetta”, gli antiparassitari e i mangimi. Inoltre bisogna ricordare che sono detraibili solo le spese sostenute per animali da compagnia o per la pratica sportiva come, ad esempio, i cavalli. Sono invece esclusi gli animali usati per attività agricole, oppure destinati alla riproduzione o al consumo alimentare. Una precisazione, questa riportata puntualmente da Il Mattino, di cui tenere assolutamente conto. 

LE CIFRE
Per un animale domestico si spendono in media 5 euro al giorno. La cifra comprende non solo le spese ordinarie, dunque sostanzialmente il cibo e i panni per i bisogni (sul balcone) o le bustine per raccoglierli (in strada), ma anche quelle straordinarie, compreso appunto il veterinario o l'acquisto di accessori vari (cuscini, giocattoli, ciotole e via dicendo). Le spese mediche e quelle per l'acquisto di medicinali destinati a cani, gatti e altri animali domestici prevedono una detrazione Irpef del 19% per un limite massimo di spesa di 387,34 euro. Attenzione: il limite di spesa non vale per ogni singolo cane o gatto, ma si riferisce alla somma delle spese sostenute per tutti gli animali posseduti. In sostanza, dunque, si possono detrarre circa 30 euro al mese (il totale diviso dodici) per spese mediche e acquisto di medicinali. 

#tasse #animali #veterinario 
caricamento in corso...
caricamento in corso...