Costringe l'ex a fare sesso per 9 ore e finisce in carcere: "Lesioni in più parti"

17 gennaio 2017 ore 16:19, intelligo
Nove ore di sesso. Ora per lui l'accusa è duplice: violenza sessuale e lesioni personali aggravate. Per questo un giovane uomo napoletano è stato fermato dalle forze dell'ordine, in seguito alla denuncia della sua ex compagna. Un caso di cui parlano diversi quotidiani nazionali italiani, dal Giornale all'Unione Sarda. Sui social c'è anche qualche commento ironico, ma da quanto sembra la vicenda è tutt'altro che leggera. Anzi, i contorni che sta assumendo stando ai racconti sono decisamente drammatici. Una storia fatta di abusi e droga, visto che la cocaina sembra essere la protagonista di quanto avvenuto. 

Costringe l'ex a fare sesso per 9 ore e finisce in carcere: 'Lesioni in più parti'
Il condizionale, come sempre, è d'obbligo quando si parla di simili vicende. L'Unione Sarda scrive che a denunciare l'uomo, poco più che trentenne, è stata la sua ex compagna. Per nove ore, ha raccontato, lui, strafatto di cocaina, l'ha obbligata a subire rapporti sessuali, nel corso del loro ultimo incontro avvenuto il mese scorso in un hotel di Roma. Una relazione, racconta sempre il principale quotidiano sardo, che durava dal lontano 2010 e che aveva visto la donna subire altre violenze. Queste però non la avevamo mai spinta a sporgere denuncia, fino all'episodio più recente. 
Il giorno dopo, scrive Il Giornale, la donna si è recata in ospedale dove le sono state riscontrate lesioni in più parti del corpo. A raccontare l'accaduto alla polizia è stata la vittima. Il quotidiano precisa come siano stati gli agenti del commissariato Appio Nuovo – diretti dalla dr.ssa Pamela De Giorgi – al termine delle indagini, a richiedere al tribunale la custodia in carcere.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...