Silvia Provvedi accusa Corona "con buste di contanti" ma per scagionarlo

21 aprile 2017 ore 10:44, Americo Mascarucci
"Buste di contanti ne ho viste tante, quasi ogni domenica Fabrizio tornava dalle serate con buste contenenti soldi, da 5mila fino a 25mila euro. Le teneva nei giacconi in un ripostiglio vicino alla camera da letto e poi le portava in ufficio, erano i soldi delle sue serate e del suo lavoro e io mi facevo i fatti miei". E' quanto dichiarato da Silvia Provvedi, componente del gruppo musicale “Le Donatelle” e attuale fidanzata di Corona, durante la sua testimonianza nell’aula del procedimento milanese che vede Corona imputato per i 2,6 milioni di euro che secondo l'accusa sarebbero stati in parte murati all’interno del controsoffitto dell’appartamento della sua collaboratrice Francesca Persi, sotto processo insieme a lui, e in parte custoditi in due cassette di sicurezza di una banca di Innsbruk, in Austria. 
Silvia Provvedi accusa Corona 'con buste di contanti' ma per scagionarlo

LA STRATEGIA - Ma perché Silvia Provvedi avrebbe testimoniato questi particolari? A prima vista sembrerebbe un atto d'accusa nei confronti del fidanzato ma a ben vedere invece potrebbe configurarsi a tutti gli effetti come una strategia difensiva pensata ad arte per scagionare Fabrizio dall'accusa principale, quella di riciclaggio. Lo si evince da ciò che la stessa Provvedi avrebbe riferito in seguito: "Denaro contante è una cosa, riciclaggio tutt'altra - aggiunge - Quei soldi sarebbero stati dichiarati. Il paradosso è che le vittime siamo noi: lui di una estorsione e a noi hanno piazzato una bomba carta sotto casa".
Già la bomba! Su quella, la fidanzata dell'ex re dei paparazzi rivela:  "Fabrizio aveva l'impressione di essere stato trattato come un criminale e non come parte lesa di un attentato". Sensazione che avrebbe avuto lei stessa: ""Anch'io sono stata interrogata pochi giorni dopo - ha continuato Provvedi - e mi hanno fatto domande 'strane': come se volessero tirarmi fuori di bocca cose che non esistevano. Erano interessati al patrimonio di Fabrizio, ma gli ho detto che non sapevo niente".
Poi ha concluso: "Fabrizio non è un criminale, men che meno un malavitoso - ha poi concluso - Quelle accuse non stanno né in cielo né in terra".
Insomma difesa a tutto campo perché un conto è rispondere di soldi non dichiarati altra cosa di riciclaggio e la testimonianza della Provvedi sembra proprio rivolta a questo, a far sì che i giudici si convincano che quei contanti non fossero affatto frutto di attività illecite o malavitose". Riuscirà nell'intento? 
Silvia Provvedi accusa Corona 'con buste di contanti' ma per scagionarlo

LE GEMELLE PROVVEDI - Silvia Provvedi ha raccontato di aver conosciuto Corona nel luglio 2015 a Lonate Pozzolo, all’interno della comunità Exodus di Don Mazzi, durante il periodo di affidamento in prova ai servizi sociali che gli era stato concesso dal Tribunale di Sorveglianza come misura alternativa al carcere. Nel giro di qualche mese il loro rapporto da professionale si trasformò in sentimentale fino a quando, ad aprile 2016, i due decisero di andare a convivere nella casa milanese di lui. 
Ma chi sono Silvia e Giulia Provvedi? Insieme, formano il duo Le Donatella, che ha tentato di affermarsi nell'universo musicale partecipando a X Factor 6: nonostante i giudici, sin dall'inizio, hanno mostrato grande interesse nei loro confronti e nonostante Arisa - caposquadra dei gruppi - abbia creduto fortemente nelle due cantanti, non sono riuscite a superare la quarta puntata. Questo, però, non le ha abbattute e hanno pubblicato il loro primo album (Unpreticable) nel 2012, cinque mesi dopo la loro eliminazione dal talent show e, nel 2014, è stato trasmesso in radio il brano Scarpe diem. Nel 2015 partecipano  a L'Isola dei famosi per farsi conoscere ancora meglio e per mettere da parte soldi per realizzare i loro progetti musicali. Ma ecco che nello stesso anno arriva Corona che cambia sicuramente la vita delle due. Perché la relazione con Silvia, nel bene o nel male, consente ad entrambe di acquisire ancora più poplarità di quella fino allora guadagnata. 

#silviaprovvedi #corona #processo
 

caricamento in corso...
caricamento in corso...