L'afterglow del sesso, fa bene al lavoro e dura anche 48 ore

22 marzo 2017 ore 11:30, Micaela Del Monte
Il piacere del sesso non è questione di secondi, e neanche di ore, bensì di giorni. Il benessere dopo un rapporto sessuale ci circonda come un’aura per due giorni. Gli psicologi che l’hanno studiato l’hanno chiamato con un bellissimo termine “afterglow”: un bagliore, un riverbero di benessere che si spegne solo gradualmente. Nel loro articolo su Psychological Science i ricercatori guidati da Andrea Meltzer della Florida State University hanno misurano questo benessere in termini di appagamento sessuale e di soddisfazione per la relazione di coppia, ma anche di contentezza per la vita in generale. “Questa ricerca suggerisce – secondo Meltzer – che una delle funzioni del sesso è rafforzare le coppie e mantenerle unite”.

L'afterglow del sesso, fa bene al lavoro e dura anche 48 ore
“L’atto sessuale ha effetti molto importanti sull’organismo”
spiega Emmanuele Jannini, docente di sessuologia all’università di Tor Vergata a Roma e presidente dell’Accademia italiana della salute della coppia. “L’ipotalamo produce endorfina, molecola che è sinonimo di benessere; dopamina, l’ormone che va di pari passo sia con l’eccitazione sessuale che con l’innamoramento; testosterone, sostanza che dà energia e aggressività positiva; e infine ossitocina, insieme al suo equivalente maschile vasopressina: ormoni che hanno la funzione di cementare la coppia. Un rapporto sessuale dà una carica pari a quella di una pallina da flipper”. E sarà un caso, ma il fatto che l’afterglow svanisca dopo due giorni coincide con il tempo che gli spermatozoi impiegano per riformarsi in quantità che massimizzano le chance di fecondazione.
La ricerca di Psychological Science ha preso in esame 214 coppie americane appena sposate. Per 14 giorni sia gli uomini che le donne hanno compilato un questionario, indicando se avevano avuto un rapporto sessuale e rispondendo a una serie di domande sia sulla qualità della loro relazione di coppia che sulla loro soddisfazione per la vita in generale. In media gli sposini hanno indicato di aver fatto l’amore quattro volte in due settimane (anche se la varietà fra una coppia e l’altra era molto grande). “Un tempo – commenta Jannini – definivamo come rapporto soddisfacente solo quello che culminava con un orgasmo. Oggi abbiamo allargato questa definizione. Parliamo di rapporti in cui si prova piacere e si presta attenzione al piacere dell’altro, cosa che peraltro è tipica solo della nostra specie. Basta questo per sperimentare gli effetti benefici del sesso”.
Analizzando i dati raccolti, i ricercatori hanno scoperto che quella piacevole sensazione di intimità con l'altro/a, che aumenta a seguito del rapporto sessuale, dura per ben due giorni (48 ore), ma scompare dopo tre. La spiegazione a questo fatto, secondo gli studiosi, ha a che fare con l'evoluzione dell'essere umano: la concentrazione di spermatozoi diminuisce se si fa sesso troppo spesso, mentre aumenta dopo uno o due giorni di stop. L'afterglow potrebbe dunque essere un adattamento evolutivo, un modo per tenere i partner insieme mentre lo sperma dell'uomo recupera il suo livello massimo.
"Questa è la prima ricerca che tenta di quantificare la durata dei 'postumi' e di analizzare i loro benefici", ha spiegato l'autore Andrea Meltzer, che ha condotto lo studio. "Da quello che abbiamo osservato si evince che l'appagamento sessuale rimane elevato per almeno 48 ore dopo il sesso. E questo tipo di sensazione permane per il lasso di tempo che lo sperma impiega a raggiungere di nuovo il suo picco". I benefici per la coppia non mancano: "Le persone che hanno riportato un alto livello di soddisfazione nei due giorni successivi al rapporto sono risultate essere anche quelle con un alto grado di soddisfazione nei confronti della propria relazione".

SESSO E LAVORO
E visto che i benefici del sesso abbiamo scoperto ripercuotersi anche sul lavoro, ovviamente in modo positivo, no possiamo fare a meno di essere felici del fatto che questo "benessere" duri più di poche ore e che ci potrebbero bastare due notti di sesso a settimana per essere completamente soddisfatti anche (eventualmente) dietro la nostra scrivania.

SESSO E SALUTE
Il sesso fa bene alla salute aiutando a prevenire l’influenza, l’ictus, l'infarto e il raffreddore. 
Lo sostengono diversi studi: il primo pubblicato su "Archives Of Sexual Behaviour" condotto dallo psicologo Gordon Gallup su 300 donne sostiene che fare sesso tre volte alla settimana aumenterebbe il livelli di serotonina e ossitocina: il primo è un neurotrasmettitore con una funzione antidepressiva, il secondo è un ormone che influisce positivamente sull'umore eliminando lo stress. Una ricerca della Queens University di Belfast ha stabilito inoltre che fare sesso tre volte a settimana potrebbe "effettivamente dimezzare il pericolo di infarto o ictus e l’idea che gli uomini siano più a rischio è in gran parte sbagliata". 
Un gruppo di scienziati infine – riporta il ‘Daily Mail’ – ha collegato l’attività sessuale a un aumento dei livelli di immunoglobina A (IgA) che si trova nella saliva e nel rivestimento nasale, uno scudo contro l’influenza e il raffreddore. Infine, ci sono prove scientifiche che il sesso possa avere degli effetti protettivi sulla salute degli uomini aiutando ad incrementare la loro longevità. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...