Sesso "doloroso" per una donna su dieci. Cos'è e come si cura la dispareunia

27 gennaio 2017 ore 22:04, Andrea De Angelis
Si chiama #dispareunia, tradotto vuol dire #dolore durante il #sesso. Il rapporto sessuale così da piacere si trasforma in sofferenza per molte donne, in ogni angolo del pianeta. Le stesse però spesso non ne parlano, vuoi per vergogna nei confronti delle loro amiche, vuoi per evitare di mettere in imbarazzo il partner. Il dolore però è reale, forte, esiste. Ed è un disagio che si può risolvere rivolgendosi ad uno specialista. Non esiste una soluzione univoca per ogni specifico caso, ma la terapia è decisamente possibile. Va tarata sulla singola paziente. A patto che questa manifesti in modo chiaro, senza timori di sorta, il suo problema. A beneficiarne sarà innanzitutto la sua salute. E anche, in seconda battuta, la vita sessuale. 

Sesso 'doloroso' per una donna su dieci. Cos'è e come si cura la dispareunia
"Una donna su dieci prova dolore durante e dopo il sesso", secondo il nuovo studio pubblicato su Bjog: An International Journal of Obstetrics and Gynaecology. La rivista scientifica spiega che questo dolore è causato da diversi fattori, sia fisici che psicologici, può essere legata a malattie veneree, patologie genito-urinarie, infiammazioni croniche o a situazioni traumatiche. Secondo Bjog, la dispareunia è più probabile che si presenti nei due momenti opposti della vita riproduttiva, cioè tra i 16 e i 24 anni, e durante la menopausa. I dolori possono essere sentiti nella vagina o ancora più profondamente. Il problema, però, interferisce con la qualità della vita sessuale: molte donne, per questo motivo, evitano i rapporti per non soffrire. Come detto sono in poche a parlarne, ma i medici sanno che è un disagio diffuso tra la popolazione femminile.
Già un paio di anni fa un altro studio presentò percentuali anche di poco superiori, ma decisamente più alte se riferite in particolare alle donne in menopausa. In quello studio infatti si superò addirittura, riferito a quest'ultimo gruppo, la soglia del 40%. A seconda della sede del dolore, si parla di dispareunia superficiale, se i disturbi sono localizzati nel primo tratto della vagina e compaiono anche ai primi tentativi di penetrazione, e di dispareunia profonda, se il dolore è associato alla penetrazione completa. Più in generale bisognerebbe indagare se dietro a questo problema ci sono infiammazioni o infezioni, se il metodo contraccettivo è quello giusto e se esiste un disagio nel vivere il rapporto sessuale. Se ne deve parlare con uno specialista e scovare la causa, che può essere organica, psicologica o, più probabilmente, un insieme di entrambe, come fece notare già anni fa Kate Lough, specialista alla Western Infirmary di Glasgow. Un’ulteriore causa del problema può essere l’episiotomia, ovvero il taglio del perineo dopo il parto, o ancora l’endometriosi, originata dalla presenza anomala dell'endometrio (il tessuto che riveste la parete interna dell’utero) in altri organi quali ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino.
caricamento in corso...
caricamento in corso...